Torino, Ventura: “Ora ho capito cosa sia il tifo del Toro. Contro Zeman si vince o si perde, non esiste il pareggio”.

La stagione volge ormai al termine e il Torino vede ormai la serie A dietro l’angolo. L’allenatore granata, Giampiero Ventura, vuole ringraziare soprattutto i tifosi del Torino, che hanno sempre sostenuto i loro beniamini dal primo all’ultimo giorno: “Effettivamente la nostra gente – si legge sull’edizione di oggi di Tuttosport – ha dato qualcosa in più in termini di tifo. Di solito riesco a concentrarmi solo sulla partita, per la prima volta invece in tanti momenti sono stato sorpreso dall’impeto, dai boati che facevano risuonare lo stadio. Per la prima volta ho capito cosa sia realmente il tifo del Toro. Ho provato emozioni incredibili. Capisco cosa può diventare l’Olimpico, il giorno in cui dovessimo centrare l’obiettivo finale. E già comincio a immaginare come sarebbe la festa in città. Ho portato a a galla tutta la voglia che questo ambiente ha di riemergere dopo 3 anni di delusioni e tormenti. La strada è lunga, ma siamo lì”. Ventura chiude con una battuta sul prossimo impegno con il Pescara: “All’Adriatico lo stadio sarà tutto esaurito, sarà una bolgia ed inoltre saremo falcidiati dalle assenze. Contro Zeman si vince o si perde, è impossibile giocare per il pari. E io non voglio mai perdere”.

Notizie Correlate

Commenta