Torino-Padova 3-1, pagelle del match dell’Olimpico

Mister Ventura

Ecco le pagelle di Torino-Padova:
TORINO
Benussi 7: arrivato a gennaio ha saputo strappare applausi, oggi decisivo almeno in due occasioni.
D’Ambrosio 6: prestazione da martello sulla destra dove non fa rimpiangere Darmian.
Glik 6: esce alla mezz’ora per il riacutizzarsi di un vecchio problema al ginocchio, fino a quel momento era risultato impeccabile.
(41′ Di Cesare) 7: entra a freddo per l’infortunio di Glik, la mette dentro nella ripresa per un 2-0 più importante del previsto.
Ogbonna 6,5: solita tranquillità nell’intervento, prestazione di grande rispetto.
Parisi 6: si limita a osservare il diretto avversario, senza mai partire all’assalto.
Basha 6,5: ha muscoli, ma anche cervello. Ha fatto cambiare idea a Ventura sul modulo, il Vidal granata!
Iori 6: la mente in cabina di regia, piedi deliziosi e idee da protagonista.
Vives 6,5: è il jolly di Ventura, interdittore ma con qualità. Gioca mezz’ala con libertà di svariare, prestazione di grande spessore.
Stevanovic 6,5: si fa male nel prepartita, ma stringe i denti. Tanto che poi regala un cioccolatino a Meggiorini, ancora decisivo!
(74′ Guberti) sv
Bianchi 6: i gol continuano a non arrivare, ma il cuore granata si sente per tutta la partita. Capitano.
Meggiorini 7: ha trasformato i fischi al suo arrivo in punti interrogativi sul perchè non giocasse mai ad applausi per un rush finale da grande punta. Un gol straordinario, titolare!
(64′ Antenucci) 7: entra e tiene alta la squadra con la sua velocità. Sua la ciliegina sulla torta con un supergol.

All Ventura 7: il Toro è una macchina perfetta, abile a muoversi insieme alla sua splendida curva. La Serie A è lì a un passo.

PADOVA
Perin 7:
parate da grande interprete, ancora una volta tra i protagonisti.
Donati 5,5: in difficoltà quando si allarga Vives, non riesce a reggere il ritmo della partita.
Schiavi 5,5: non riesce a dominare l’area di rigore, rimane troppo spesso dietro l’avversario facendolo muovere con agilità.
Franco 6: torna alle origini, con grande spirito e grande iniziativa.
Marcolini 6,5: è l’uomo tutto fare di Dal Canto, un vero campione. Da esterno a trequartista, passando anche per la posizione di terzino sinistro. Oggi preciso in un ruolo non suo, ottima prestazione. Deve inchinarsi al pallone messo in mezzo da Stevanovic, che porterà al gol di Meggiorini.
Bovo 5,5: una colica renale gli aveva fatto saltare la sfida contro il Sassuolo, recuperato in extremis non è al 100% e si sente.
(81′ Succi) sv
Italiano 5,5: involuto, imbrigliato non è il solito metronomo.
Cuffa 5.5: gioca acciaccato e si vede, non lo stesso stantuffo dei giorni migliori. Prestazione incolore.
(55′ Drame) 5: impalpabile, incomprensibile, ancora una volta fuori da tutti gli schemi.
Bentivoglio 5.5: volevano Missiroli e poi, con tutto il rispetto, si sono accontentati di Bentivoglio. Non che non sia un buon giocatore, peccato che quella dietro le punte non sia la sua posizione. E si vede…
Cacia 6: quello più fischiato durante la stagione, ma l’ultimo ad arrendersi. Sempre pronto a buttarla dentro, riapre la partita con la rete del 2-1.
Ruopolo 5: estraneo alla manovra, fa tornare Dal Canto sui suoi passi. Il tecnico infatti lo lascia negli spogliatoi all’intervallo, inserendo il più eclettico Cutolo.
(45′ Cutolo) 6: velocizza la manovra, cercando di fare sponda con Cacia e facendo a sportellate con gli avversari. Cuore vero…

All Dal Canto 6: problemi enormi di formazione, fa quello che può con quello che ha a disposizione. Unica pecca? Perchè insistere su un inesistente Ruopolo?

Notizie Correlate

Commenta