Ternana, ESCLUSIVO/ la stagione della promozione in serie B: cresce l’entusiasmo nella seconda metà del girone di andata!!!

Sulle ali di un rinnovato entusiasm,o con la squadra che in campo vuole riconquistare il proprio pubblico, la partita contro il Pisa registra un’affluenza al Liberati sopra i 4000 spettatori. Le difficoltà della Ternana di Domenico Toscano però si imbattono in una direzione di gara alquanto discutibile di Fabio Maresca il quale espelle i giocatori Bernardi e Stendardo. Un colpo di testa di Fabio Pisacane risolve la contesa: è il 22’ del primo tempo quando il difensore colpisce su azione da calcio d’angolo. Al Partenio di Avellino arriva la seconda vittoria esterna, un 3-1 perentorio con Fazio, Sinigaglia e Nolè sul taccuino dell’arbitro. Il 30 ottobre 2011 si manifesta la prima lacuna che ha contraddistinto alcune delle partite disputate dai rossoverdi: la propensione a prendere il goal su situazione di difesa schierata. E’ così che contro il Pavia al minuto 91’ arriva il 2-2 firmato da Marchi il quale sbuca sul secondo palo e infilza Ambrosi. Sarà la prima di altre tre occasioni simili: Foligno, Taranto e Monza in successione. L’unica compagine che riuscirà a “sottrarre” quattro dei sei punti in totale al campionato della Ternana sarà la Spal, all’andata pareggio per 0-0 prima della splendida vittoria di Monza griffata Miglietta-Sinigaglia. Nel contempo c’è anche la Coppa Italia che vede i rossoverdi vincenti a l’Aquila. Il big match contro il Sorrento si chiude a reti inviolate, poi la trasferta di Reggio Emilia regala tre punti preziosi ai ragazzi di Domenico Toscano, vendicando sportivamente la sconfitta di due stagioni prima che costò l’accesso ai play off proprio a scapito degli emiliani. La città si stringe attorno ai giocatori e risponde presente all’appello: è il 4 dicembre quando 5000 persone spingono le “Fere” verso una vittoria determinante contro la Pro Vercelli, piacevole sorpresa del campionato di prima divisione. Alla sedicesima giornata arriva la seconda battuta d’arresto stagionale, piuttosto inattesa ma quantomeno meritata (dopo l’eliminazione di Coppa Italia ai danni del Lanciano). Allo Zaccheria di Foggia i rossoneri si impongono per 3-1 sfruttando le disattenzioni difensive di una compagine in giornata no. In Puglia si interrompe dunque la striscia che durava tredici partite utili, che sarà poi il record stagionale per gli Umbri.

Tommaso M. Ferrante

Notizie Correlate

Commenta