Pescara-Vicenza, le pagelle del match dell’Adriatico

Marco Sansovini

Ecco le pagelle di Pescara-Vicenza:

PESCARA

Anania 6: Spettatore non pagante.

Balzano 6,5: Macina chilometri anche oggi, sembra ovunque. Arriva sul fondo con grande facilità, esce stremato.

(dal 19′ st Zanon) 6: Quando entra la partita è finita, non c’è bisogno della sua solita spinta propulsiva.

Romagnoli 6,5: Gli attaccanti del Vicenza gli fanno il solletico, lui ci prova anche in attacco e sfiora il gol.

Capuano 6: Qualche distrazione di troppo, ma il Vicenza non crea problemi.

Bocchetti 6: Non è Zanon che spinge tantissimo, ma fa il suo. E’ uno degli uomini di Zeman e quando il boemo lo chiama in causa lui è sempre pronto.

Nielsen 6,5: Uno degli equilibratori della squadra. Tiene bene la posizione e non dà spazio agli avversari. Nel finale ha licenza di offendere e trova il gol.

Verratti 7,5: Sembra un regista navigato talmente gioca da veterano. Lanci sublimi, assist vincenti, giocatore straordinario, pronto per una grande squadra di Serie A.

Cascione 6,5: Altro uomo fondamentale dello scacchiere di Zeman. Sfiora il gol in qualche occasione.

Caprari 5,5: In ombra. E’ forse il più tattico del tridente offensivo, ma l’impressione è che si debba ancora inserire al meglio negli schemi offensivi di Zeman. Ma è giovane ed è alle prime esperienze. Il tecnico boemo, tra l’altro, gli sta dando fiducia.

(dall’8 st, Sansovini) 7: Entra e segna subito. Cosa volere di più?.

Immobile 7,5: Ci prova fino alla fine e prima di uscire piazza la rete del 5-0. Prima aveva propiziato l’autogol di Pisano ed era stato devastante come al solito. E pensare che stava per uscire per infortunio nel primo tempo.

(dal 23′ st, Maniero) 6: Offre l’assist a Nielsen per il 6-0.

Insigne 8: Altra grande, strepitosa, prova del folletto napoletano. Gol, assist, giocate, una rete in rovesciata annullata per fuorigioco, ma è imprendibile. Pronto per la Serie A, assolutamente.

Allenatore, Zeman 8: Altro spettacolo incredibile. 6 reti, un gioco strepitoso, una condizione fisica ottima e ritrovata. Per la Serie A diretta c’è anche il Pescara. Almeno fino alle 20 di stasera è primo in classifica in solitaria.

 

VICENZA

Pinsoglio 4,5: Becca sei reti e in qualche occasione sembra impreparato, anche se c’è da dire che si vede arrivare tiri ovunque.

Soligo 4,5: Un pò terzino, un pò centrocampista, non chiude, non tampona. Pessima prova.

Brighenti 5: Rilanciato a sorpresa da Cagni, fa quel che può, ma è poco.

Pisano 4: Schierato difensore centrale, non è il suo ruolo e si vede. Causa l’autogol del 3-0.

Giani 4,5: Contro Insigne è dura per tutti…

Rigoni s.v.: Esce per infortunio dopo circa un quarto d’ora.

(dal 19′ pt Bianco) 5: Subito ammonito, perde sicurezza, non riesce a spingere e naufraga insieme ai compagni.

Botta 5: Prova ad arginare il gioco offensivo del Pescara, ma gira a vuoto e si vede passare avversari ovunque.

Mustacchio 6,5: E’ il migliore dei suoi. E’ vivo, ci prova sempre, ma è solo contro tutti.

Gavazzi 5: Non lo si vede mai, spento, sconclusionato. Peccato per il Vicenza, perchè è uno dei pochi positivi della stagione.

(dall’8 st, Capitanio) 5: E’ giovane, è all’esordio, cosa chiedergli di più, quando anche i compagni più esperti prendono un imbarcata simile?

Pinardi 4: Dovrebbe essere l’uomo in più del Vicenza. Solo sulla carta però.

(dal 16′ st Maiorino) 6: Come Mustacchio, è l’unico che ci prova.

Baclet 5,5: Fuori forma, fuori fase e fuori condizione.

Allenatore, Cagni 4: Ritorno sulla panchina del Vicenza da brividi per lui. Rivoluziona la squadra, ma crea solo danni. La coppia centrale di difesa è inedita e non convince. Pinardi e Baclet sono dei fantasmi, Abbruscato in panchina tutto il match. Ma comunque avrebbe sofferto lo stesso contro questo Pescara straripante. Per la salvezza è dura.

 

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta