Padova-Sassuolo, le pagelle del match dell’Euganeo

Daniele Cacia

Ecco le pagelle di Padova-Sassuolo:

PADOVA
Perin 7
: nonostante il risultato si rende protagonista di grandi interventi. Due su tutti: una parata di piede su Sansone e un guizzo su calcio di punizione sempre del “piccolo” attaccante.
Legati 6: torna al vecchio ruolo di esterno, facendolo con grande personalità e voglia incredibile. Peccato per quel giallo che gli farà saltare la sfida col Toro.
Portin 4: grosse responsabilità sul gol di Valeri, sempre leggero e con poca concentrazione. Commette un’altra, l’ennesima, sciocchezza abbattendo Sansone e lasciando i suoi in dieci.
Trevisan 5.5: nel primo tempo coglie la traversa di testa, creando la prima grande occasione della partita. Nella ripresa gioca a ritmi alterni, commettendo una sciocchezza e beccandosi il rosso, salterà il Torino come Legati.
Renzetti 6.5: soprattutto nel primo tempo è una spina nel fianco del reparto difensivo neroverde. Ne mette in mezzo molte, ma nessuna viene finalizzata. Da ricordare un cross sul finire della prima frazione, dove Cacia non riesce a deviare in rete.
Cuffa 5.5: qualche buon inserimento, ma ancora al di sotto delle sue possibilità. Dal Canto vuole vincerla, manda in campo allora un giocatore più offensivo come Jidayi.
(45′ Jidayi) 6: porta peso specifico a centrocampo, anche se si vede che ha ancora bisogno di minuti per tornare ad alto livello.
Italiano 6: testa e grandi piedi, idee e geometrie. Quando cresce l’azione, lui è sempre protagonista.
Marcolini 6: bene tra le linee, ma poco concreto non cerca mai la porta. Si spegne nella ripresa, dopo aver giocato con grande quantità.
(65′ Drame) 5: questo scampolo di partita è il riassunto della sua stagione, giocata sempre lontano dalla porta e senza mai fare male agli avversari.
Bentivoglio 5.5: troppo lontano dalla manovra, gioca spesso palla di prima senza riuscire però a renderla utile. Davanti è inesistente, evanescente.
Cutolo 5.5: parte bene, ma poi si spegne poco dopo giocando defilato e con poca qualità. Nella ripresa lo sostituisce Dal Canto per dare peso all’attacco.
(63′ Succi) 5.5: in difficoltà davanti, troppo isolato tocca pochi palloni.
Cacia 6: grande coraggio e voglia, ma poca cinicità. Ha diverse possibilità per buttarla dentro, ma spesso si deve mettere le mani nei capelli per la disperazione. Certo che bella la mezza rovesciata nella ripresa.

All. Dal Canto 6: il Padova gioca un ottimo primo tempo, colpa di certo non di Dal Canto se la palla non voglia entrare. I suoi subiscono un gol nella ripresa e non sanno più alzarsi.

SASSUOLO
Pomini 6:
attento e preciso, ma il pallone inquadra poche volte lo specchio della porta.
Bianchi 6: sale palla al piede e la gioca a terra per le punte, si allarga e stringe.
Marzorati 6: bravo nelle diagonali, sfrutta un passato da terzino nella difesa a tre.
Piccioni 6: il capitano comanda la difesa con grande personalità, riesce a tenere alta la guardia e soprattutto la testa.
Terranova 6.5: insieme a Marzorati e Piccioni forma ormai un reparto che ha trovato i giusti meccanismi e automatismi per fare bene.
(75′ Bianco) sv
Longhi 6: grande corsa e voglia di mettersi in mostra anche con qualche tiro da fuori. Prestazione coraggiosa e capace.
Cofie 6.5: prestazione di grande sacrificio, rincorrendo i centrocampisti biancoscudati e recuperando palloni dai loro piedi. Anche oggi tra i più vivaci.
Valeri 6.5: motorino di centrocampo, regala grande continuità alla squadra di Pea soprattutto in fase di interdizione. Riesce a sbloccare la partita con un colpo di testa violento e preciso!
Sansone 6: solita effervescenza, grande qualità e ottima proposizione. Il gol glielo evita solo un ottimo Perin. Manca il colpo del ko su rigore.
(80′ Marchi) sv
Boakye 5: lontano anni luce dall’attaccante che a inizio stagione trasformava in oro ogni pallone che toccava. Gioca lontano dalla porta, non rendendosi mai pericoloso.
(68′ Troianiello) 6.5: entra e ci mette del suo per tenere alta la squadra. All’ultimo minuto si regala l’ennesimo gol!

All. Pea 8: sa leggere le partite alla perfezione. Fa correre a vuoto il Padova nel primo tempo e colpisce con freddezza e intelligenza. Grande soddisfazione in panchina.

Notizie Correlate

Commenta