Torino-Reggina, Breda: “L’importante era non subire gol”

Se la formazione scelta da Roberto Breda ha lasciato perplessi, i suoi commenti al termine della prosecuzione di Torino-Reggina vanno ancor più interpretati: “Pensavo partissero forte. Il Torino non concede profondità. L’idea era di arrivare sulle linee con Colombo, Barillà e Melara. Se avessi messo tanta gente davanti, avrebbero trovato un muro. L’hanno trovato ugualmente – ha dichiarato Breda a Radio Touring –  L’importante era non pigliare gol, perché poi sarebbe diventata dura. Ora penseremo alla partita che abbiamo fra tre giorni. C’è l’occasione per vedere gente come Adejo e Campagnacci, se non li avessi messi oggi quando li avrei visti?”.

Notizie Correlate

Commenta