Empoli, Aglietti: ”Verona perdonami, ma devo batterti”

Alfredo Aglietti

 

L’allenatore dell’Empoli Alfredo Aglietti ha legato la sua carriera da giocatore soprattutto a due squadre, la Reggina e il Verona, verso fine anni ’90. Con la sua squadra attuale, venerdì tornerà al Bentegodi dopo tanti anni per sfidare il club gialloblù, ora allenato da Mandorlini. Al quotidiano locale ‘L’Arena’ ha voluto raccontare la sua carriera veronese e il momento attuale del suo Empoli: ”Credo che mi emozionerò nel ricordare quegli anni con mister Prandelli in panchina. Giocavamo un grande calcio, così come ora lo gioca il Verona attuale. Momentaneamente siamo in una grave situazione di classifica e ci giochiamo tanto nel prossimo match. So che anche l’Hellas si deve riscattare dopo la sconfitta di Crotone e non sarà facile. Noi però abbiamo bisogno dei tre punti, abbiamo poco da perdere. E’ stata una stagione disgraziata che ha radici da inizio anno, quando ci siamo messi a sbandierare obiettivi non alla nostra portata. Al Bentegodi c’è una grande atmosfera, loro hanno giocatori pericolosi come Gomez, Hallfredsson e Tachtsidis. Speriamo di fare qualche punto qui e giocarci la salvezza nei prossimi scontri diretti che ci aspettano.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta