Varese-Grosseto, ESCLUSIVO/ Walter Bressan: “Una sconfitta che ha dell’incredibile…”

Walter Bressan

Il Varese esce dalla partita contro il Grosseto con un nulla di fatto, nonostante una prestazione gagliarda che gli ha permesso di comandare a lungo la partita. Il risultato pesante maturato, 3-1 per i maremmani, potrebbe far pensare diversamente, invece la squadra di Maran è viva. Abbiamo raggiunto, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, il portiere proprio del Varese, Walter Bressan.

Walter, una sconfitta che fa male…
“E’ vero. Chi ha visto la partita può dire che ha dell’incredibile questa sconfitta. Per settanta minuti abbiamo tenuto il pallino del gioco e siamo andati anche in vantaggio sul 2-0, che poi l’arbitro ha annullato senza motivo. Non è una decisione che abbiamo sofferto, perchè poi abbiamo continuato a giocare. Fino allo sfortunato autogol di Magnus (Troest ndr) che ci ha un pò tagliato le gambe. Il terzo gol è una punizione eccessiva, perchè fa sembrare il risultato più pesante di quello che è “.

Ci racconti l’azione che ha portato all’annullamento del gol di Terlizzi?
“Dal campo ce ne siamo resi conto dopo 20 secondi. La decisione pare sia arrivata dal quarto uomo, che non capisco cosa abbia visto da così lontano. Di certo anche rivederlo al replay non trovo chiarezza su questo episodio. Però non dobbiamo polemizzare e andare avanti”.

Quanto ha pesato la condizione del campo?
“Certo, giocare in casa e dover far la partita con un campo del genere non è mai facile. Però eravamo riusciti a prendere la gara in mano, poi ci è sfuggita tutta all’improvviso”.

Ci racconti l’episodio che ha portato alla tua ammonizione? I giocatori chiedevano il rosso, cosa ne pensi?
“Con un campo così e con il modo loro di giocare dovevo stare un passo avanti sempre. Su quella palla spizzata da Christian (Terlizzi ndr) ho deciso di andare incontro per anticipare l’attaccante, invece l’ho colpito. Devo essere sincero, mi aspettavo il rosso. Poi mi hanno detto che non ero ultimo uomo, ma così sul campo ho temuto il peggio”.

Ora ripartite, al sogno playoff  non volete rinunciare…
“Ora vogliamo tornare a fare bene. Siamo contenti di essere lì a lottarci i playoff, a inizio stagione ci sarebbe stato da metterci la firma. Ora però concentrati, perchè vogliamo giocarci fino all’ultima chance”.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta