Livorno-Cittadella, il pomeriggio dell’Armando Picchi in ricordo di Piermario Morosini

Affetto e commozione nel pomeriggio dell’Armando Picchi prima dell’incontro Livorno-Cittadella. Sugli spalti i circa 6000 tifosi hanno indossato le tremila magliette distribuite con la foto di Piermario Morosini, lo sfortunato centrocampista deceduto la scorsa settimana. Il match posticipato per il tragico evento che ha colpito l’intero staff tecnico e societario si è disputato infatti alle 18. Al momento dell’ingresso delle due squadre un gigantesco striscione è stato affisso in curva nord che recitava “Per la tua vita hai lottato, sul campo lo hai dimostrato” e “andiamo a fare questo risultato” frase pronunciata dallo stesso prima della trasferta di Pescara. Prima del minuto di raccoglimento i giocatori amaranto si sono diretti sotto la gigantografia del giocatore immessa alla nord, deponendo un mazzo di rose. Successivamente in sua memoria circa duecento palloncini hanno accompagnato in cielo la maglia numero 25 prima del fischio di inizio del direttore di gara Giancola. I tifosi hanno più volte gridato “Nei nostri cuori Piermario nei nostri cuori” per poi “Vinci per il Moro o Livorno vinci per il Moro”. Per la squadra di Armando Madonna incessante l’incitamento dei supporters per sostenere una compagine ancora profondamente scossa dalla perdita del loro compagno di squadra.

Notizie Correlate

Commenta