Vicenza-Sampdoria, le pagelle del match del Menti

Beppe Iachini

Ecco le pagelle di Vicenza-Sampdoria:
VICENZA
Frison 6.5:
uno dei punti fermi di questo Vicenza, un ottimo portiere tra i migliori in Serie B.
Tonucci 6: buona propensione offensiva, soprattutto nel primo tempo. Gioca col compasso che apre e chiude a sua scelta.
Zanchi 6: il capitano ci mette sempre la faccia, mettendosi al centro della difesa e guidandola anche nelle grandi difficoltà di oggi.
Martinelli 5.5: in grande difficoltà contro la fisicità di Pozzi e l’agilità di Eder.
Bianco 5.5: messo in difficoltà dall’esplosività degli esterni doriani, spesso si stringe troppo salendo mai.
Mustacchio 6: sulla corsia sostituisce Maiorino dal primo minuto, dai suoi piedi da ex arrivano le palle più pericolose.
(76′ Maiorino) sv
Soligo 5.5: partita di grande fatica, ma con tante imprecisioni. Esce all’inizio della ripresa.
(57′ Rigoni) 6: porta muscoli a centrocampo e grande dinamismo.
Botta 6: uno dei migliori in mezzo al campo. Corre per tre, giocando con grande grinta.
Gavazzi 6.5: qualità e grande passo, lo dimostra nell’occasione del 1-1.
Baclet 4: primo tempo da incubo per il parigino. Oltre all’errore dal dischetto l’attaccante si divora altre due occasioni nitide. Nell’intervallo rimane negli spogliatoi.
(45′ Abbruscato) 6: ottimo lavoro anche in fase di appoggio, scarica quando può verso la porta blucerchiata
Paolucci 6: grande spirito di sacrificio e molte le palle toccate, dovrebbe diventare più velenoso davanti.

All. Beghetto 6.5: il Vicenza lotta col coltello tra i denti contro un avversario superiore. La voglia di salvarsi questi ragazzi la mostrano sul campo e il merito è anche del tecnico.

SAMPDORIA
Romero 7:
decisivo nel primo tempo, quando sigilla da rigori e quant’altro la sua porta. Nella ripresa prende un gol sotto le gambe, poco dopo essersi infortunato. Abbandona infatti il campo nell’azione successiva.
(66′ Da Costa) sv: rischia di combinare un pasticcio con Rispoli e Volta, per il resto pochi interventi da compiere.
Rispoli 5.5: preferito per le sue qualità di spinta, entra da protagonista nel gol di Gavazzi. Se lo lascia infatti sfuggire, rimanendo a guardare quando l’esterno biancorosso la butta dentro.
Gastaldello 5: prestazione da dimenticare per il difensore blucerchiato. Provoca il rigore su Baclet e si fa trovare spesso fuori posizione, come quando lo stesso attaccante parigino si trova a fine primo tempo solo davanti a Romero. Nella ripresa lascia partire al tiro Abbruscato e viene salvato ancora da Romero. Esce per un problema al costato.
(57′ Volta) 5.5: in evidente difficoltà anche lui, rischia di fare la frittata con Rispoli su un passaggio di Da Costa.
Rossini 5.5: vicino a un Gastaldello, stranamente, in difficoltà gioca una partita senza grandi attimi di pausa. Anche lui impreciso.
Laczko 6: prestazione di grande passo sulla corsia sinistra in difesa, Iachini lo preferisce per la sua fase di spinta.
Munari 6.5: bravissimo nell’inserimento, sa scegliere sempre bene il tempo. Bravo anche in fase di interdizione.
Obiang 6.5: in mezzo al centrocampo da lui indicazioni ai suoi compagni, portando palla a testa alta. Un play vecchia maniera, grande fisico e ottimi piedi.
Renan 6: gioca in maniera concreta l’atipico brasiliano, il suo sinistro rimane però un’arma importante.
Foggia 5.5: troppo solo tra le punte, non riesce a giocare palla velocemente come al solito. Nella ripresa sparisce dal gioco. Il difetto sembra essere di posizione, perchè Foggia continua a giocare fuori ruolo.
Pozzi 6: grande voglia e grande spirito di sacrificio. Altra prestazione di spessore della punta blucerchiata.
(73′ Pellè) sv
Eder 6: si sblocca finalmente, giocando una grandissima prima frazione. Cala nella ripresa.

All.Iachini 5.5: i blucerchiati non riescono a mettere a segno il colpo del ko, lasciando troppo campo al Vicenza e rischiando più volte la frittata. Colpe di Iachini? In particolare forse solo l’ostinarsi a far giocare Foggia in un ruolo che non è il suo…

Notizie Correlate

Commenta