Brescia, Corioni: “Ripartiremo da Calori e Iaconi”

Gino Corioni

Gino Corioni è uno di quei personaggi calorosi del nostro calcio. Molto legato al suo Brescia e mai senza mezze misure si fa voler bene per l’entusiasmo che mette negli affari del calcio. Ha rilasciato un’interessante intervista al ‘Giornale di Brescia‘, che è apparsa sull’edizione odierna.

Per il futuro poi c’è solo una certezza che le rondinelle: “ripartiranno da Calori e da Iaconi”. Al direttore dedica la parte più interessante dell’intervista: “Rimarrà con noi almeno dieci anni. Il mio amico Spinelli si deve mettere il cuore in pace. Ho trovato un direttore di società come non ne ho mai avuti. Non è vero che non può operare come vorrebbe, certo sa che di mercato voglio ancora occuparmi anch’io. Lavoriamo insieme, com’è giusto”.

C’è spazio anche per il calcioscommesse: “Non succederà niente. Io non so quanto certe squadre siano coinvolte, ma non prevedo eventi clamorosi. Certo è che quando noi retrocediamo c’è sempre qualcosa di strano. Una volta Calciopoli, l’altra volta le scommesse”.

Corioni parla anche delle sue condizioni di salute: “Tre mesi fa come oggi venivo operato per la seconda volta in pochi anni ai polmoni. Ci sono pochi uomini al mondo che vivono nelle mie condizioni, ma la differenza la fa il carattere. L’importante non è essere ricchi, ma saper vivere felici. Ogni vittoria del Brescia è un toccasana, meglio di ogni medicina, meglio di un mese al mare”.

Notizie Correlate

Commenta