Verona, ESCLUSIVO/ L’ultima vittoria al Bentegodi sul Bari non è un bel ricordo…

Andrea Mandorlini

 

L’Hellas Verona mancava dal campionato di Serie Bwin dalla stagione 2006/2007, con la retrocessione causata dal playout perso contro lo Spezia. A quella stagione risale l’ultimo scontro diretto con il Bari, prossimo avversario dei veneti in campionato, allo stadio Bentegodi e non è un piacevole ricordo, non tanto per quella partita, ma per l’epilogo della stagione.

Il 10 giugno 2007, Verona e Bari giocano l’ultima giornata del campionato di Serie Bwin. Pugliesi già salvi e senza nulla chiedere al campionato, veronesi impegnati più che mai nella lotta alla salvezza. A una giornata dal termine, gli scaligeri sono quint’ultimi con 45 punti, uno in meno del Modena e due in meno del Vicenza e della Triestina. L’impegno più tosto è dei friulani che devono andare a Piacenza, sul campo di una squadra che deve vincere per poter disputare i playoff, mentre per Modena e Vicenza impegni facili a Crotone e Frosinone. Emiliani e veneti vincono la loro partita e anche il Verona adempie al suo compito battendo il Bari 4-2, grazie alle reti di Pulzetti, Cutolo, Turati e Ferrante (di Fiorentino e Strambelli le reti dei pugliesi). Ma questo risultato non basterà per salvarsi,  visto che a sorpresa, la Triestina va a pareggiare al Garilli, salvandosi grazie al vantaggio negli scontri diretti col Verona e mandando Genoa, Napoli e Juventus dritte in Serie A senza passare dai playoff. In quella domenica di metà giugno, al Benetegodi grande amarezza per una salvezza persa in extremis e grande fiducia per il playout, purtoppo per i colori gialloblù, persi contro lo Spezia.

Stavolta non è l’ultima giornata, ma c’è ancora il Bari tra la promozione in Serie A e il Verona. Una vittoria sabato chiuderebbe un cerchio lungo cinque anni.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta