Gubbio, Benedetti: ”Sogno di riconquistare l’Inter, ma il Torino…”

Simone Bendetti

 

Simone Bendetti è uno dei giocatori migliori per rendimento del Gubbio. Classe ’92, in prestito agli egubini dall’Inter, che a sua volta ha il cartellino a metà col Torino, questo difensore di grandi prospettive sta maturando tantissimo, al suo primo campionato da professionista. Al quotidiano ‘Tuttosport’ ha voluto svelare le sue sensazioni, a cominciare dal momento non troppo felice del suo attuale club: ”I tifosi sono un pò arrabbiati con noi ultimamente, noi stiamo dando il massimo per uscire da questa brutta posizione di classifica. Dobbiamo dire grazie a mister Simoni perchè ci ha rilanciato nella fase centrale del torneo e ci ha dato fiducia. Adesso, dopo l’interregno di Alessandrini, c’è Apolloni. Dobbiamo stringerci attorno a lui e seguirlo in tutto e per tutto. Siamo ancora in corsa per la salvezza e ce la giochiamo fino alla fine”. Il difensore nativo di Torino parla anche del suo futuro, facendo un cenno anche all’esperienza passata proprio nella squadra della sua città: ”So che l’Inter mi segue costantemente e il Ds Ausilio è venuto a vedermi anche in Torino-Gubbio, il mio sogno è quello di rivestire la maglia neroazzurra e non più quella della Primavera. Sarò sempre grato al Toro che mi ha cresciuto fin da piccolo, spero di rivederlo presto in Serie A. Putroppo con i granata non sono stato fortunato, visto che hanno aspettato troppo a prolungarmi il contratto e poi è venuta l’Inter. D’altronde il DS Petrachi mi disse che ero l’ultimo difensore della lista e che avrei trovato pochissimo spazio. Da lì ho capito che non avrei trovato spazio in prima squadra e così sono tornato in Primavera. Qui ho giocato molto bene, il Toro in extremis mi chiese di rinnovare, ma io avevo già fatto la mia scelta, che era quella di andare all’Inter. Senza nessun rancore o polemica”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta