Vicenza, Presidente Cassingena: ”A fine stagione lascio. Rischio fallimento se retrocediamo? Ad oggi non so dare risposta”

Sergio Cassingena

 

Da qualche tempo in casa Vicenza si seguono con ansia le trattative per la cessione del club da parte del Presidente Cassingena, che è intervenuto ieri sera nella trasmissione ‘Rigorosamente Calcio’ sulle frequenze di Tva Vicenza per fare il punto della situazione. Ecco le sue parole: ”Chiariamo subito che la società è in mano a una finanziaria che appartiene a tante persone, di cui la mia famiglia ha solo il 15% e un altro 15% è della famiglia Baggio, mentre il restante sono piccoli imprenditori che hanno messo a disposizione delle risorse per poter fare l’acquisto del Vicenza ani fa. Io sono il rappresentante legale dell’azienda Vicenza Calcio, il mandato per discutere l’eventuale cessione è dato ai professionisti. Non sono io che faccio il prezzo né determino nulla. Ci sono stati degli incontri col Dottor Moretti che è interessato all’acquisizione del club, ma ad oggi non c’è niente di firmato”. Il Presidente dei biancorossi, poi, lancia un piccolo allarme in caso di retrocessione in Lega Pro della squadra: ”Se retrocediamo falliremo? Ad oggi non so dire si o no, ci metteremo questo problema se dovesse verificarsi questa ipotesi. Io probabilmente non ci sarò più perchè sono rientrato in società solo per dare una mano e a fine stagione ho intenzione di lasciare. Non so chi andrà avanti, qualche soluzione va trovata. I tifosi non mi amano? Preferisco sapere di avere la stima dei giocatori…”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta