Reggina-Brescia, ESCLUSIVO/ un pari che non serve a nessuno

Emiliano Bonazzoli

Gara da dentro o fuori per Reggina e Brescia, chiamate entrambe ad approfittare dei passi falsidi Padova e Varese per riavvicinarsi alla zona play-off. Gli amaranto sono proprio all’ultima spiaggia, e nonostante le assenze provano ad assumere l’iniziativa all’avvio.
Sono peró gli ospiti a spezzare il match, esattamente a metà della prima frazione. Zambelli pesca Daprelà in posizione dubbia, la difesa chiama inutilmente il fuorigioco ed assiste inermeall’assist del mancino per il facile tap in di Jonathas. Poi, nel giro di due minuti, Giacomelli annulla un gol ad Angella per carica di Bonazzoli su Arcari, e poi espelle Emerson per undeplorevole intervento su Rossi.

Il più grosso problema della Reggina è l’incapacità di cambiare passo, ed in dieci diventaancora più dura. Rossi si divora il gol del ko ad inizio ripresa, e dopo qualche istante lo imita El Kaddouri.

Nell’ultimo quarto d’ora si va in apnea. Gli amaranto buttano palloni in mezzo e reclamano un paio di rigori, il Brescia si lancia in contropiede ma trova la saracinesca Belardi. Al 90′, sul classico passaggio dell’ave Maria, Bonazzoli brucia Arcari in elevazione e segna l’1-1.

Il pareggio serve poco a entrambe, ma livello psicologico i ragazzi di Calori potrebbero subireil colpo per non aver chiuso il match. Gregucci invece, dopo essersi infuriato per l’ennesimocontatto dubbio in area, manda la squadra sotto la curva e cerca di vedere il bicchiere mezzopieno.

Paolo Ficara

Notizie Correlate

Commenta