Pescara, in ricordo di Francesco Mancini..

Sarà un minuto di silenzio interminabile quello che ricorderà la scomparsa prematura di Francesco Mancini in Pescara-Bari. L’allenatore dei portieri del Delfino, voluto fortemente dal tecnico Zdenek Zeman, si è spento verosimilmente a causa di un malore nella giornata odierna. Chi ama il calcio non potrà mai dimenticare gli anni meravigliosi della scalata doppia dalla C alla massima serie del Foggia, di cui era attore protagonista. I satanelli si e ci regalarono emozioni indelebili diretti dal loro maestro Zeman, mostrandosi al palcoscenico più ambito offrendo uno spettacolo pirotecnico. Quel modo di giocare al pallone colpì anche al di fuori della nostra penisola, ci fu anche un personaggio della trasmissione televisiva di Italia 1, Mai Dire Gol ovvero Frengo (Antonio Albanese) che sarcasticamente commentava le prestazioni di quel miracolo calcistico. Di quegli undici ne fece parte integrante e decisiva quel Francesco Mancini che oggi piangono i famigliari ma anche gli sportivi tutti, perché personaggio appartenente ad un calcio genuino, vero e mai dimenticato. Domani pomeriggio l’Adriatico Cornacchia, il suo maestro Zdenek Zeman e tutti i suoi cari si stringeranno attorno a lui e ai suoi cari prima dell’ultimo saluto. Ora sarebbe bello pensare che il portierone che ha vestito tra le altre anche le casacche di Lazio, Pisa, Bari e Napoli possa proseguire ad insegnare il suo sport preferito…magari tuffandosi tra una nuvola e l’altra del cielo…Ciao grandissimo portiere e uomo di sport, riposa in pace!

Notizie Correlate

Commenta