Inter, ESCLUSIVO/ Stramaccioni studia i suoi giovani in Serie B

Andrea Stramaccioni

E chi lo dice che Andrea Stramaccioni sia un traghettatore? Alla fine Massimo Moratti sembra averlo capito che nel calcio non conta solo l’esperienza e dopo aver ‘silurato’ in un anno abbondante Rafà Benitez, Leonardo, Gianpiero Gasperini e Claudio Ranieri può darsi anche che la linea adottata sia differente da quella solita. Largo ai giovani e quanti ne ha da offrire l’Inter? Moltissimi, sparsi nei vari campionati italiani. Siamo sicuri, che da grande conoscitore di calcio qual è, Andrea Stramaccioni li stia già osservando. Ma andiamo per gradi e analizziamo le situazioni dei vari giovani nerazzurri sparsi nel campionato cadetto:

VID BELEC – Portiere sloveno classe 1990, è in prestito al Crotone di Drago. Ha collezionato ben 16 presenze, tra campionato e coppa, dimostrando di essere uno in grado di fare la differenza. Buona reattività e abile senso della posizione, ma a 22 anni non c’è ancora molto tempo per aspettarlo.

FRANCESCO BARDI – Questo è uno dei fiori all’occhiello. L’estremo difensore del Livorno è un classe 1992 ed è uno dei portieri più forti del campionato cadetto. Titolarissimo nella squadra di Armando Madonna sta sfoderando grandi prestazioni in una squadra che ha un rendimento altalenante.

LUCA CALDIROLA – A settembre Gasperini si oppose a una sua partenza, era indispensabile per il progetto della difesa a tre. Peccato per Luca che l’Impero Gasperini durò davvero poco. Non giocava e a gennaio è giustamente partito. In poco tempo è diventato una colonna della difesa a tre di Calori al Brescia, protagonista di una difesa impenetrabile per ben dieci partite di fila. E’ leader della difesa dell’Under 21, sarà una colonna della difesa nerazzurra del futuro.

GIULIO DONATI – A Padova gioca titolare sulla corsia in difesa, questo terzino classe 1990. Ciro Ferrara lo considera imprescindibile nella sua Under 21, anche se il ragazzo va per i 22 anni. A Milano potrebbe tornare già in estate.

SIMONE BENEDETTI – E’ una delle poche certezze del Gubbio di Marco Alessandrini. Un difensore in grado di dare grande solidità a un reparto troppo spesso traballante. Un buon giovane, che si sta imponendo all’attenzione del campionato cadetto.

FELICE NATALINO – Stagione travagliata per lui, che ha cambiato maglia a gennaio. A Crotone per ora ha collezionato una sola presenza, ci vorrà tempo per avere un giudizio più preciso su di lui.

CRISTIANO BIRAGHI – 10 presenze con la Juve Stabia e la voglia di dimostrare tutte le sue qualità. E’ di sicuro un buon giovane, da osservare attentamente.

ALBERTO GERBO – E’ il più ‘anziano’ del gruppo, ma ha dimostrato di essere un’ottima mezz’ala. Sta conquistando fiducia con Alessandrini, che lo considera titolare.

Notizie Correlate

Commenta