Torino, Antenucci:”Giocare sulla fascia? Mi adeguo, ma il mio ruolo è un altro. Avete visto col Gubbio…”

Mirco Antenucci realizza la rete del momentaneo 2-0 contro il Gubbio

 

Con la doppietta realizzata contro il Gubbio nella partita di sabato, Mirco Antenucci diventa il capocannoniere del Torino con 9 reti, una in più di Rolando Bianchi. L’ex giocatore di Ascoli e Catania racconta le sue sensazioni al quotidiano ‘Tuttosport’:”La vittoria col Gubbio era importante per dimostrare a tutti e prima di tutto a noi stessi, che non eravamo cotti dopo la disfatta col Verona e il pareggio con la Juve Stabia. Ci siamo proprio divertiti sabato e infatti si è visto. Quando giochiamo liberi con la mente abbiamo sempre dimostrato di essere i più forti”. Una stagione fin qui importante anche per Antenucci, che ribadisce il fatto di non essere molto contento di giocare in fascia:”Ma per le esigenze del Toro mi sacrifico volentieri, anche se preferisco giocare in mezzo e mi pare che anche contro il Gubbio i risultati si siano visti. Il mio obiettivo di reti? Volevo arrivare in doppia cifra e ci sto quasi riuscendo. Spero di continuare a realizzare le reti per la promozione del Toro”. Due parole sui recuperati Pasquato e Guberti:”Sono molto importanti per noi i loro recuperi perchè avevamo bisogno di gente di qualità, soprattutto sulle fasce. I fischi a Pasquato? Spero che i tifosi, al di là della rivalità con la Juve, capiscano che Cristian è un professionista serio e ragazzo per bene”. Adesso la sfida con l’Empoli:”Ragioniamo una partita per volta e non fossilizziamoci troppo sulla classifica. Guardiamola, dimentichiamola e andiamo avanti”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta