Calcioscommesse, Erodiani: “Di molte partite si sapeva il risultato prima che iniziassero”

Massimo Erodiani, ex-titolare di due agenzie di scommesse, è considerato dai magistrati cremonesi uno dei capi dell’organizzazione in grado di combinare i risultati delle partite di calcio. Un ex portiere di una società minore di calcio a 5 è stato arrestato il primo giugno scorso e tenuto 11 giorni dietro le sbarre per poi essere rilasciato. Ha parlato oggi per la prima volta, riportiamo alcune delle sue parole da ‘Il Fatto Quotidiano’.

Continua Erodiani: “Di molte partite si sapeva effettivamente il risultato prima ancora che iniziassero. Voci che girano tante in agenzia, a volte si lasciano cadere, altre volte no. Sono entrato nel giro conoscendo Marco Pirani. Si sapeva di un dentista di Ancona che riusciva a combinare delle partite. Pirani era stato un dirigente dell’Ancona, aveva molte amicizie nell’ambiente calcistico, era uno scommettitore serio e puntuale, anche per conto di alcuni tesserati, i quali non possono nemmeno entrare nelle agenzie. Pirani mi presentò Paoloni come uno scommettitore accanito, giocava dai 10 ai 20 mila euro al giorno”.

Erodiani tira fuori anche numeri e partite: “Inter-Chievo over doveva essere ed over è stato, Palermo-Napoli over, Bari-Lazio X primo tempo e 2 finale. Atalanta-Piacenza è stata venduta tre o quattro volte, a gruppi e da gruppi diversi. Era combinata anche Siena-Sassuolo, 4-0, over con reti imbarazzanti. O Novara-Cremonese, di cui finora non si è mai parlato”.

Notizie Correlate

Commenta