Albinoleffe, Salvioni:”E’ una questione psicologica, bisogna migliorare innanzitutto mentalmente”

Valter Salvioni

 

Nonostante il pessimo rendimento da quando è arrivato sulla panchina dell’Albinoleffe, il tecnico Valter Salvioni non si vuole arrendere e rilancia. Ai taccuini di ‘Bregamonews’ prova a spiegare il momento no della sua squadra:”Io so che i ragazzi ce la stanno mettendo tutta e di cose buone ne ho viste in queste ultime partite, purtroppo sta subentrando una questione psicologica. Ci demoralizziamo dopo le prime difficoltà. L’unica gara dove non siamo scesi in campo è stata quella col Livorno. Preso il gol in avvio non ci siamo più ripresi, all’intervallo ho detto ai miei di limitare i danni e di non rischiare figuracce”. Col Sassuolo una partita persa inopinatamente:”Primo tempo perfetto per noi e poi, come dicevo, siamo crollati di testa, mentalmente, dopo aver preso il primo gol. Da lì non ci siamo più ripresi”. Non sarà facile, ma bisogna ripartire:”L’ho detto ai miei ragazzi, mettiamoci tutto alle spalle e ripartiamo. Sono sicuro che con il Crotone saremo molto diversi, lo vedo negli allenamenti di questi giorni. Nessuno si vuole arrendere, questo ve lo assicuro io”. Salvioni parla anche del suo rapporto con i giocatori:”Non voglio rispondere a tutti quelli che dicono che non ho più in mano lo spogliatoio, siamo uniti e compatti con in mente un unico obiettivo che è la salvezza. Torri? Con lui nessun problema, arriverà anche il suo momento”. Il mister dei bergamaschi non teme l’esonero:”Io sto dando tutto, sul campo e fuori, posso commettere qualche errore, ma l’importante è dare tutto. All’esonero non penso, sarebbe un errore. Sento la fiducia della società, il Presidente è una persona eccezionale e spero di potergli regalare la salvezza”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta