Serie B, Abodi a RadioCalciomercato.it: “La nostra soddisfazione? I tifosi. Ma bisogna rispettarli, chi non lo fa sarà punito”

Andrea Abodi

Il Presidente della Lega Calcio della Serie Bwin, Andrea Abodi, nel corso del suo intervento ai microfoni di RadioCalciomercato.it, dopo la situazione ineerente ai fatti tra Padova e Torino, ha poi sottolineato come il calcio pulito debba prevalere su argomenti che ne intaccano la purezza, quale il Calcioscommesse: “La nostra soddisfazione si misura dai segnali che ci mandano, in tanti modi, i nostri tifosi. Questi in parte sono offuscati da situazioni che esistono e che non si possono negare. Sarebbe troppo facile pensare solo ai lati positivi, non facciamo slalom nei problemi. Il calcio vive nella società col cuore e con amore, dobbiamo essere credibili. Dobbiamo raddoppiare e moltiplicare gli sforzi per fare il nostro lavoro. Siamo bravi a salvaguardare i diritti e dobbiamo rispettare i doveri nei confronti della gente. Il concetto del lavoro che stiamo svolgendo e le finalità cominciano a essere percepite. I nostri tesserati, tutti, devono sapere che non ci sarà pietà per la mancanza di rispetto. Il privilegio che hanno, che abbiamo, di lavorare in un ambito come quello del calcio come ci è stato regalato ci può essere tolto traumaticamente appena manchiamo al patto di lealtà. Perseguiremo su tutto anche a livello patrimoniale”.

Sulla Serie B a 20 squadre: “L’abbiamo deliberato, ci stiamo lavorando anche con la lega superiore. Nei prossimi trenta giorni si possa trovare un accordo per trovare stabilità magari con un numero minore di promozioni e retrocessioni. Un terzo delle squadre va via, è una prospettiva poco stabile. Dobbiamo dare prospettive meno dolorosi e stringere perimetro di retrocessioni”.

Notizie Correlate

Commenta