Cittadella-Pescara, le pagelle del match del Tombolato. Insigne, Verratti e Anania i migliori in campo

Claudio Foscarini

Ecco le pagelle di Cittadella-Pescara:

CITTADELLA

Cordaz : 6, sempre pronto e reattivo. Il portiere del Cittadella fa tutto bene ed è sempre sul pezzo. Uno dei migliori dei suoi!

Ciancio : 6, buona anche la sua partita, reattivo e attento non fa quasi mai sbavature.

Pellizzer : 6.5, puntuale e preciso nei suoi interventi. Molto abile a districarsi nel confronto diretto con Immobile, Pellizzer riesce a limitare proprio l’attaccante pescarese.

Scardina: 6, partita senza patemi. Non lascia segni negativi della sua presenza.

Marchesan: 5.5, come altri suoi compagni si limita al suo senza andare oltre.

Vitofrancesco: 6, anche per lui un buon primo tempo senza sbavature. Se la cava sempre a dovere. Al 73′ subentra Schiavon:(SV)

Paolucci: 5.5, dei suoi è quello un pò troppo fuori dal gioco. Non lascia segni della sua presenza se non su un calcio di punizione calciato altissimo.

Busellato: 6.5, suo il gol che sblocca il match nel primo tempo. Poi una buona partita con tanta generosità. Esce per infortunio all’82 e lascia il posto a Branzani: (SV)

Di Carmine: 5.5, solito movimento nel tridente di attacco, in un paio di occasioni prova con il suo mancino a creare problemi ad Anania ma senza fortuna. Sfortunato nell’errore che ha permesso al Pescara di distendersi nell’azione che ha portato al raddoppio con il gol di Insigne. al 73′ subentra Bellazzini: (SV)

Maah: 6.5, una spina nel fianco costante della difesa del Pescara, suo l’assist per il gol di Busellato. Poi sparisce dal gioco inspiegabilmente. Nella ripresa riprende a creare problemi ma non incide in zona gol.

All. Foscarini: 6, il suo Cittadella è sempre propositivo, fa un buon pressing sui portatori di palla ma si spenge dopo 20 minuti della ripresa pagando troppo la fatica.

PESCARA

Anania: 6.5, un match nel quale soffre poco, almeno tre buoni interventi su Maah e compagni che salvano il risultato. Esce al 82′ lasciando il posto a Ragni (SV).

Zanon: 6.5, solita prova da velocista. Sale e scende per tutta la fascia come vuole Zeman

Romagnoli: 5, una partita di grande sofferenza per lui che perde quasi sempre i duelli in velocità con Maah. Anche lui era diffidato e si fa ammonire. Salterà il prossimo match.

Capuano: 6, era diffidato e si fa ammonire, salterà il prossimo match. Dei due centrali è quello che soffre di meno e si districa a dovere.

Balzano: 6.5, come per il gemello di destra, a sinistra il pendolo zemaniano fa tutto bene.

Nielsen: 6, è stato un acquisto azzeccato nel mercato invernale. Centrocampista abile nella fase di impostazione si fa trovare sempre pronto quando la transizione del gioco passa dai suoi piedi. Unica pecca proprio la fase difensiva, in qualche occasione non copre a dovere. Al 72′ subentra Kone: (SV).

Verratti: 6.5, altra grande prova in cabina di regia del piccolo giocatore del Pescara che ha dei numeri da gigante. Si fa ammonire nel secondo tempo quando sembra che sia un pò in debito di ossigeno.

Cascione: 6.5, la sua presenza permette a Verratti di poter fare il direttore d’orchestra perchè Cascione gli copre sempre le spalle alla perfezione.

Sansovini 6.5, solito movimento senza dare riferimenti, suo il gol del pareggio con un sinistro splendido.

Immobile 6, Non è nella sua giornata migliore. Soffre molto le marcature dei difensori del Cittadella. Esce all’87simo per fare posto all’ingresso di Maniero: (SV)

Insigne: 7, piccolo grande genio di qualità e fantasia sempre pericoloso e imprevedibile. Come nell’azione del suo gol, sfodera un destro a giro forte e preciso che lascia Cordaz immobile.

All. Zeman: 7, il suo Pescara è in palla e lo dimostra la caparbietàcon la quale reagisce allo svantaggio ed è sempre pronto a regire. Reazione che regala agli uomini di Zeman la testa della classifica in attesa del match del Torino.

Notizie Correlate

Commenta