Brescia-Padova, le pagelle del match del Rigamonti

Marco Zambelli

Ecco le pagelle di Brescia-Padova:
BRESCIA
Arcari 6
: in 3 minuti prende due gol, dopo che non aveva raccolto la palla in fondo la rete da ben 900 minuti. La colpa non è di certo sua, Arcari gioca comunque un’ottima partita con grande personalità.
Martinez 5.5: anche lui in difficoltà oggi, non rende come altre volte contro un buon Padova.
De Maio 5.5: incerto fin dai primi minuti, non riesce a giocare la palla anche nei momenti più facili del match. Difficile interpretazione della partita per il centrale.
Caldirola 6: il migliore della linea difensiva delle rondinelle, in una gara difficile dimostra ancora una volta di essere giovane ma dal grande avvenire.
Zambelli 6: rispetto al collega della corsia opposta, Daprelà, gioca più in fase di contenimento quando deve controllare le folate degli avversari biancoscudati.
Martina Rini 5.5: prestazione di sostanza macchiata dall’errore che porta all’1-1 del Padova, sfortunatissimo
(85′ Cordova) sv
Salamon 6: prova concreta e di grande spessore in mezzo al campo, quando la palla passa per i suoi piedi è sempre in grado di velocizzare la manovra.
El Kaddouri 7: pronti via la prende e la gira sul secondo palo infilando Perin. Gioca una grandissima partita, ricca di verticalizzazioni e cambio di passo. Un giocatore che si farà sempre a livelli più alti.
Daprelà 6: su e giù per la corsia destra si alterna a fasi di spinta e di contenimento. Quando la butta dentro non lo fa mai a caso, buona prova.
(48′ Foti) sv
Piovaccari 5.5: ancora senza mordente, non trova la porta e vede pochissimi palloni. Generoso, ma senza cinismo e grande voglia.
(69′ Feczesin) sv
Jonathas 5.5: in settimana aveva accusato forti emicranie, la partita dimostra che oggi non c’era il miglior Jonathas in campo.

All Calori 6: il Brescia gioca un’ottima partita anche se è costretto a fermarsi di fronte a un Padova cinico e concreto. Peccato per il record di Arcari e quello di 10 gare senza stop, ma questa squadra potrà fare molto bene anche in futuro.

PADOVA
Perin 6:
regala sicurezza al suo reparto difensivo, gioca con grande spessore e intuizioni da numero uno
Donati 6: si limita a controllare, salendo solo sporadicamente in avanti.
Legati 6: prestazione puntuale e fatta di interventi puliti e d’esperienza, gioca con grande continuità e mestiere.
Trevisan 6.5: fa male quando sale, è bravo a sfruttare l’occasione quando viene lasciato tutto solo al centro dell’area. Il suo gol vale il 2-1
Renzetti 6: bravo in fase di ripiego, perfetto il cross che porta al gol di Trevisan.
(Franco) sv
Bovo 6.5: grande prestazione di fisico e qualità, nel primo tempo rischia anche di trovare il gol. L’anima del Padova di Dal Canto.
Italiano 6: prestazione di qualità e precisione in mezzo al campo, fa girare la palla con grande velocità e dinamismo.
(85′ Milanetto) sv
Cuffa 6.5: si rende protagonista dell’azione che porta al pareggio, anche se il pallone non lo devia lui ha il merito di crederci fino alla fine. Bravo nelle due fasi, intraprendente e propositivo.
Bentivoglio 6: qualità e quantità tra le linee, corre molto e gioca palla semplice e veloce.
Hallenius 5.5: prestazione deludente e senza mordente, non gioca la palla e non si fa vedere. Opaco, ancora una volta.
(73′ Succi) sv
Cacia 6: gioca con generosità e grande spirito di sacrificio, si infila tra le linee e si muove molto. Non trova il gol, ma molti applausi.

All Dal Canto 6.5: il Padova non è bello, ma cinico e concreto. Sono tre punti fondamentali nella corsa ai playoff!

M.F.

Notizie Correlate

Commenta