Sampdoria-Empoli, le pagelle del recupero del campionato di Serie Bwin

Nicola Pozzi

 

Ecco le pagelle di Sampdoria-Empoli:

SAMPDORIA

Romero 7: Sembra un voto esagerato, soprattutto perchè l’Empoli gli crea solo un vero grattacapo, ma è stato fondamentale nell’economia della partita. A inizio match, sullo 0-0, è tempestivo nel chiudere lo specchio della porta a Tavano e a lasciare la porta inviolata. Per il resto è sempre attento nelle uscite, alte e basse.

Berardi 6: Gioca in tutto una mezzoretta scarsa. Ha il polso fasciato e non è al meglio. Alla fine gioca dal primo minuto, ma non ce la fa neanche a terminare il primo tempo. Fin quando è in campo non ha particolari matasse da sbrigare e svolge il suo compito senza strafare.

(dal 28′ pt, Rispoli) 6: E’ Laczko che spinge di più e lui si limita ad aiutare dietro e a non sbilanciare la squadra. Un suo tiro, però, finisce molto vicino alla traversa.

Gastaldello 7: Gol da tre punti, in una gara dove la Sampdoria non ha certo brillato e per questo molto importante. In difesa è il solito muro. Prima rete stagionale.

Rossini 6: L’Empoli punge molto poco e lui non ha particolari problemi.

Laczko 6,5: Mette tanti palloni in mezzo e arriva spesso sul fondo, anche perchè i rari attacchi dell’Empoli glielo permettono. Scelto da Iachini al posto di Costa per spingere di più, svolge appieno il suo compito.

Soriano 6: Buona stagione per lui lo scorso anno a Empoli, ma con la maglia della Sampdoria non riesce ancora ad imporsi. Le qualità le ha, ma sembra bloccato. A inizio partita ha una buona occasione, si libera di due avversari e nel faccia a faccia col portiere avversario si perde in un dribbling di troppo. Altra occasione nella ripresa. Con la porta a 5 metri, dalla parte del centro-sinistra, invece di concludere la passa in mezzo e l’azione sfuma. Poi, a conferma delle sue ottime qualità, offre un assist d’oro per l’incornata vincente di Gastaldello. Giocata che gli fa raggiungere la sufficienza. Gli manca la convinzione per esplodere.

Obiang 6: Si sta impadronendo sempre più del ruolo di fulcro del gioco della Samp. In fase difensiva è bravo, ma non è una novità. Soliti recuperi a ridosso della difesa. Ora sta facendo bene anche in fase propositiva ed è da lui che passa tutto il gioco della squadra. Il prossimo passo è quello di velocizzare un pò di più l’azione.

Munari 5,5: Buona corsa e presenza fisica, ma non dà il solito apporto di qualità e va a calare alla distanza.

Juan Antonio 5,5: Si accende a intermittenza, prova qualche giocata sul centrodestra dove gioca Buscè, ma in fin dei conti non si registrano grandi occasioni nate dal suo piede. Il Juan Antonio di Brescia non si è ancora visto del tutto in maglia Samp.

(dal 14′ st, Foggia) 6: Solita staffetta col compagno argentino, quando entra lui la Sampdoria segna. Solo un caso?

Pozzi 6: Con Eder costituisce la coppia di amici-nemici dell’Empoli. Sgomita come al solito e prova a sfruttare le poche occasioni che gli capitano. E’ comunque il più pericoloso dei suoi, in una partita poco brillante da parte di tutti. Un ‘rompiscatole’ molto prezioso.

Eder 6: Con la maglia dell’Empoli, due anni fa, segnò 27 reti in un solo campionato, divenendone anche capocannoniere. Non è al meglio e si vede, tenta qualche giocata, ma la difesa dell’Empoli è abbastanza attenta. Cresce l’intesa con Pozzi.

(dal 40′ st, Pellè s.v.) Giusto il tempo del suo esordio con la maglia della Sampdoria

Allenatore, Iachini 6: Sul piano del gioco, è un passo indietro. Ma forse centra anche la fatica della partita contro il Verona. Tre punti dovevano essere e tre punti sono stati, per il gioco appuntamento alla prossima partita col Sassuolo.

 

EMPOLI

Dossena 6,5: Al suo debutto stagionale al posto dell’incerto Pelagotti degli ultimi tempi e con parenti e amici in tribuna, lui che è di Savona, disputa veramente un ottima partita. Molto sicuro nelle uscite e anche tra i pali. Salva su un colpo di testa su Pozzi nel primo tempo e su un tiro dello stesso bomber doriano nella ripresa

Buscè 5,5: Da anni ormai non fa più il terzino destro, ma gioca in posizione più avanzata. Per emergenza lo fa, ma nel primo tempo soffre spesso le incursioni di Juan Antonio che si sposta spesso da quella parte. Nella ripresa i risultati non cambiano, lui si stringe troppo al centro e la Sampdoria sfonda spesso dalla sua parte. Spaesato, ma con attenuanti.

Ficagna 6: Buone chiusure, la Samp segna sugli sviluppi di un corner, quando le marcature sono saltate e non solo per colpa sua.

Stovini 6: Nel primo tempo salva un gol fatto intervenendo in scivolata su un tiro di Juan Antonio. Per il resto non è che Eder e Pozzi facciano grandi cose e il merito è della coppia centrale empolese. Peccato che poi i suoi compagni dell’attacco non siano altrettanto bravi

Regini 6,5: Con la maglia della Samp ha esordito in Serie A e ha vinto tanto a livello giovanile. La buona prova di oggi forse lo farà rimpiangere dalle parti di Genova. Di spingere non ci pensa neanche, troppo preoccupato a tenere a bada gli attacchi doriani, ma questo lo fa bene ed è quasi sempre insuperabile, tant’è che la Samp prova a sfondare dall’altra parte. Una delle migliori partite in maglia azzurra per lui.

Zè Eduardo 6: Prova a non soccombere agli attacchi blucerchiati. Lui che col suo fisico potrebbe tenere testa a chiunque. Un bel tiro finito di poco alto sulla traversa nella sua partita.

Moro 5,5: Prende un ammonizione a fine primo tempo e nella ripresa rischia il secondo giallo per un fallo inutile. A quel punto Aglietti decide di levarlo. Non una buona partita per lui.

(dal 20′ st, Gallozzi) 5,5: Si piazza sulla fascia destra, ma l’Empoli non attacca quasi più.

Coppola 6: Cuore grifone genoano, vive con intensità il suo derby personale. Con la maglia del Genoa ci ha quasi lasciato una gamba. Lotta come al solito con tanto ardore, ma non basta. Non è certo lui che deve far girare la squadra

Lazzari 6: Nel primo tempo è il migliore dei suoi. Bell’assist a Tavano per l’unica buona occasione del primo tempo dell’Empoli e anche una conclusione per lui. Nella ripresa sembra meno lucido e Aglietti lo sostituisce dopo poco più di dieci minuti

(dall 11′ st, Saponara) 5,5: Da qualche tempo è schierato trequartista centrale, lui che ha sempre giocato esterno. Il Lazzari del primo tempo ha fatto meglio di lui.

Dumitru 5,5: Si dà da fare, ma con scarso profitto. L’intesa con Tavano non sembra male, ma l’Empoli ha grande difficoltà a venire avanti.

Tavano 5,5: L’unica occasione dell’Empoli è sua, a inizio partita, ma Romero lo ipnotizza. Per il resto non ha tanti palloni giocabili e prova a dialogare con Dumitru, ma senza grossi esiti.

(dal ’27 Mchedlidze) 5,5: Pochissimi palloni a sua disposizione.

Allenatore, Aglietti 5: Due anni fa era il tecnico della Primavera della Sampdoria, con la quale ha vinto molto e lanciato tanti giocatori che ora giocano nei campionati professionistici. Fa ancora fatica a risollevare la sua squadra. Non è che la Sampdoria faccia grandi cose, l’Empoli chiude bene ogni varco, ma i suoi producono un solo vero tiro in porta in tutta la partita. Troppo poco per sperare di portare a casa punti.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta