Modena-Padova, le pagelle del recupero del Braglia

Andrea Bovo

Ecco le pagelle di Modena-Padova:
MODENA
Caglioni 6:
partita senza grandi difficoltà, incolpevole quando il Modena subisce.
Perticone 5.5: partita difficile su quel battente, soprattutto perchè dal suo lato si allargano a turno Cacia e Ruopolo.
Perna 6: la sua esperienza è sempre importante per questa squadra, soprattutto nei momenti difficili. Vicinissimo al gol di testa nella ripresa.
Carini 5.5: in difficoltà quando Ruopolo l’aggredisce, spesso costretto a usare le cattive.
(Cellini) 6.5: cambia la partita con la sua velocità e il suo estro, si guadagna il rigore del 1-1.
Milani 5.5: anche lui in difficoltà con la velocità dell’attacco biancoscudato.
Nardini 6: bravo a creare in velocità quando deve salire, cala nella ripresa.
Dalla Bona 6.5: piedi importanti per la categoria, serve ad Ardemagni una ciliegina per il 2-1.
Signori 6: ci prova timidamente e le qualità ce l’avrebbe pure. Partita difficile per lui, sempre marcato quando prende palla.
Di Gennaro 7: gioca con grande qualità, mostrando passo e tecnica. Segna il rigore del 1-1, con grande freddezza.
Ardemagni 7.5: corre in lungo e in largo per tutta la partita, si sacrifica e va incontro all’uomo. Sua la sponda che porta al rigore conquistato da Cellini. Grande prestazione coronata con il gol vittoria al minuto 80.
Greco sv: sfortunatissimo esce alla mezz’ora per un infortunio. Si era dato molto da fare finchè era rimasto in campo.
(De Vitis) 6: prestazione importante per dinamismo e volontà al centro del campo, anche quando gli si chiede di salire lo fa egregiamente.
(Diagouraga) sv

All Bergodi 8: il suo impatto sulla squadra è sicuramente positivo, al di là dei risultati. I canarani giocano e hanno coraggio da far invidia. Il secondo tempo è perfetto!

PADOVA
Pelizzoli 6
: esce nell’intervallo per un problema fisico, primo tempo senza grandi problemi e con una buona parata.
(Perin) 6: attento e sempre preciso negli interventi.
Donati 5.5: bravo sulla corsia destra quando viene chiamato a salire, in fase difensiva soffre l’estro di Di Gennaro
Portin 5: rilanciato per le assenze nel reparto difensivo, si perde Ardemagni sul finire. L’attaccante lo mette sempre in grande difficoltà.
Legati 6.5: buona capacità di posizionamento in difesa e grande spessore a livello offensivo. Gol che dimostra che se vuole può fare male.
Renzetti 6: quando sulla corsia gli si chiede di fare movimento, lo fa con grande predisposizione sia in fase offensiva che difensiva.
Bovo 6: corsa e polmoni lo contraddistinguono come uno dei giocatori più generosi della squadra di Dal Canto.
Milanetto 6.5: le sue immense qualità sono per la B un lusso che pochi si possono permettere, uno dei migliori.
(Lazarevic) sv
Cuffa 6: quando Dal Canto gli chiede di salire, gioca con grande spessore ed è bravo a inserirsi.
Bentivoglio 6: sistemato tra le linee gioca  facendo da filtro. Ma soprattutto va lodato quando si sacrifica, nel momento di difficoltà della squadra, nella ripresa. Anche se poi macchia la partita con un fallo che porta al calcio di rigore.
Ruopolo 6: il gol lo aveva anche fatto, ma l’arbitro glielo annulla per un dubbio fallo di mano. Bravo a giocare tra le linee e ad aggredire gli avversari.
Cacia 5.5: grande movimento e tanta voglia di farsi notare dal suo tecnico, alla fine corre a vuoto senza riuscire a trovare mai la porta.

All. Dal Canto 5.5: il suo Padova gioca un grandissimo primo tempo, senza riuscire a chiudere la partita. Viene punito nella ripresa quando cala a livello fisico, il tecnico dovrà lavorare molto sulla tenuta all’interno dei novanta minuti. Perdere una partita già vinta è un dolore per il tecnico, la squadra non ha personalità e appena viene aggredita subisce un ko che fa male.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta