Sampdoria-Verona, le pagelle del match del Ferraris

Nicola Pozzi

Ecco le pagelle di Sampdoria-Verona:
SAMPDORIA

Romero sv: inoperoso, di fronte a un Verona poco offensivo rimane a guardare per 90 minuti.
Berardi 6: prestazione senza lode e infamia sulla corsia esterna, oggi dalla sua parte non passa davvero un pallone.
Gastaldello 6: il capitano prova a far male quando sale sugli angoli, per il resto rimane inoperoso in una giornata nera per l’attacco gialloblu.
Rossini 6: stesso discorso fatto per Gastaldello, oggi per lui poco lavoro.
Costa 6.5: spinge sulla corsia, senza arrivare sul fondo. Attento quando cresce il Verona.
Munari 6.5: il centrocampista ex Fiorentina è diventato improvvisamente puntello fondamentale del centrocampo blucerchiato. Anche oggi prestazione di spessore.
(77′ Laczko) sv
Krsticic 6: grande corsa e movimento tra le linee, degno sostituto di Renan
Soriano 6.5: aveva il difficile compito di far girare la palla in mezzo al campo, lo fa con gran personalità il giovane.
Juan Antonio 6.5: buona prova dell’argentino che si posiziona tra le linee, pronto a svariare e cambiare passo. Un pò discontinuo nell’arco della partita…
(70′ Foggia) 6: regala velocità e imprevedibilità alla manovra, anche se venti minuti sono pochi.
Eder 7.5: per la prima volta diventa decisivo con due assist, anche se il secondo non era voluto, a Pozzi. Gioca sempre alle spalle della punta correndo molto e sacrificandosi. Partita incoraggiante anche per il futuro blucerchiato, esce sfinito dopo un’ora ricordiamo i problemi alla caviglia…
(63′ Bertani) 6: rimane tra le linee, giocando con grande voglia ma con pochi palloni a disposizione.
Pozzi 8: una doppietta che conferma quanto questo giocatore sia importante per questa squadra. Ancora decisivo, stupisce la sua voglia di fare e la capacità di trovarsi sempre al posto giusto nel momento giusto.

All. Iachini 6.5: ha il merito di non mollare, di trasmettere a questa squadra lo spirito che aveva lui quando giocava. Arriva un’altra vittoria, contro un avversario niente male, soddisfazione immensa per questo tecnico che vuole fare di tutto per riportare la Samp in A.

VERONA
Rafael 6.5:
reagisce, nonostante i gol subiti, con parate da grande interprete.
Cangi 5: attaccato da Eder, che è un folletto impazzito, non riesce a prenderlo praticamente mai.
Ceccarelli 5.5: anche lui in difficoltà contro il fisico e l’esplosività di Pozzi
Maietta 5: ci mette voglia e cuore, ma l’errore che porta al 2-0 è un’ingenuità troppo grande per un giocatore esperto come lui.
Scaglia 4: colpevolmente coinvolto in entrambe le reti blucerchiate, quando è sempre lui a tenere Pozzi in gioco. La tattica del fuorigioco dovrà rivederla in settimana, perchè così mette in difficoltà tutto il reparto arretrato.
Russo 6: l’unico a dare polmoni a questo spento Verona, uno dei migliori peccato brancoli nel buio.
(70′ Bjelanovic) sv
Jorginho 5: in difficoltà nelle due fasi, rimane al centro nel frangi-flutti del centrocampo blucerchiato. Partita no anche per lui.
Hallfredsson 5.5: ci ha abituato a standard talmente alti che una partita sottotono risulta ancor di più negativa. Oggi l’islandese non è riuscito a trovare continuità in campo, anche grazie ai buoni movimenti del centrocampo blucerchiato.
Esposito 5: sparisce tra le maglie del centrocampo blucerchiato, fuori dagli schemi per tutti i 54 minuti giocati.
(54′ D’Alessandro) 5.5: anche lui non riesce a entrare in partita, defilandosi troppo e giocando pochi palloni.
Ferrari 5.5: troppo isolato là davanti, non riesce a trovare praticamente mai il pallone.
(63′ Lepiller) 6: l’unico che prova a dare una scossa a un attacco davvero abulico.
Gomez 5: evanescente e senza costanza, mancano le sue giocate oggi a questo Verona spento.

All. Mandorlini 5.5: il suo Verona è irriconoscibile, soprattutto non ha la solita voglia di reagire. Il tecnico ci prova in tutti i modi possibili, ma i ragazzi oggi non rispondono.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta