Varese-Vicenza 3-0, pagelle dell’anticipo di Serie B

Rivas

Ecco le pagelle di Varese-Vicenza:
VARESE
Bressan sv
: partita da spettatore non pagante.
Cacciatore 6.5: meno propositivo del collega esterno, gioca però con grande spirito e continuità. Partita premiata dal gol nel finale.
Troest 6: al fianco di Terlizzi si sente sicuro e con lui forma una delle coppie più alte della Serie B. Partita ordinata e con qualche chiusura di livello.
Terlizzi 6.5: prestazione di spessore in mezzo alla difesa, pericoloso quando sale in area avversaria per colpire di testa. Sembra essere tornato ai suoi migliori livelli, un ottimo difensore.
Grillo 6.5: nel primo tempo è straordinario, correndo su e giù per la fascia. Ci prova pure dalla distanza, con poca fortuna. Bravo anche in fase di chiusura, quando è sempre tempestivo. Nella ripresa si sacrifica quando cresce il Vicenza.
Rivas 6: buona prestazione sulla corsia esterna, dove l’ex Bari si disimpegna con grande qualità e volontà. Gli manca forse la conclusione oggi, ma la sua prestazione è più che positiva.
(56′ Nadarevic) 6: entra e regala freschezza al reparto offensivo, con progressioni verso la porta.
Filipe 6: quantità e qualità al centro del campo, riesce a sostituire con merito l’assente Corti.
Kurtic 8: a parte il gol, straordinario, questo ragazzo merita un premio e un voto che non si da a tutti. 8 perchè Kurtic è la grande sorpresa di questo campionato, dove il Palermo soprattutto, proprietario del suo cartellino, ci ha guadagnato vedendolo crescere a questi livelli. Il ragazzo sa interdire come costruire, è un centrocampista come si dice moderno. Stasera in una sola parola: sublime.
Zecchin 7: un sinistro divino che gli serve per segnare, vedi il gol di mezzo esterno, e per metterla in mezzo. In forma davvero, merita di essere titolare.
Neto Pereira 7: tanto movimento permette agli altri di infilarsi quando lui porta via l’avversario. Prestazione di spessore anche se manca un gol all’appello.
(76′ Martinetti) sv
Granoche 6.5: svaria sul fronte d’attacco, andandosi anche a prendere il pallone indietro. Non trova il gol, ma si sacrifica per la squadra giocando una grande partita.
(89′ De Luca) sv

All Maran 7: la sua squadra diverte e vince, con qualità e grande determinazione. Perfetto!

VICENZA
Frison 6.5
: comunque decisivo, comunque determinante. Nonostante i gol compie interventi importanti, per non far affondare la baracca.
Tonucci 5: anche lui in difficoltà contro la fisicità di Granoche che si allarga, lento e involuto non riesce a centrare la partita. Impazzisce poi quando dalla sua arriva Nadarevic, che lo costringe al doppio giallo.
Martinelli 5: in difficoltà da subito, non riesce a tenere a bada Neto che gli sfugge in tutte le maniere possibili. Va in difficoltà quando viene aggredito in velocità, rischia addirittura di combinare la frittata quando sempre Neto gli ruba palla nella sua area. Si merita il giallo, quando alla fine è costretto al fallo.
Zanchi 6.5: stoico è l’unico che si erge a difesa della porta di Frison, da solo però non è facile.
Giani 5.5: anche lui in difficoltà quando si allarga Neto Pereira, partita priva di personalità e con qualche errore di troppo.
(72′ Paolucci) sv
Soligo 5.5: una brutta botta alla caviglia dopo 50 secondi ne condiziona tutta la partita, che dura solo 45 minuti.
(45′ Pisano) 6: porta quantità nel centrocampo, dandosi molto da fare senza riuscire però a portare a casa quasi nulla.
Maiorino 5: assente per lunghi tratti, si eclissa sparendo dalla partita. Non riesce a trovare il pallone e la continuità di gioco, oggi assente senza giustificazioni.
Botta sv: sfortunatissimo, lascia il campo dopo 7 minuti per un colpo alla testa.
(7′ Rigoni) 6: sostanza e qualità, in mezzo al campo si sente la sua presenza nonostante non sia al meglio.
Pinardi 5: quando dovrebbe trasformare i palloni in oro, li perde. Tra le linee si nasconde, senza riuscire a uscirne. Partita negativa.
Abbruscato 5: assente con attenuanti, dalle sue parti non si vede un pallone. Partita anonima, come quella di tutta la squadra.
Gavazzi 5.5: defilato prova a servire palloni ad Abbruscato, non ci riesce praticamente mai. Risulta vano tutto il suo sforzo.

All Cagni 5: la sua squadra regala un tempo all’avversario e nella ripresa la reazione è troppo tenue per spaventare qualcuno. Partita da dimenticare.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta