Sassuolo, il rilancio di alcuni giocatori potrebbe risultare fondamentale

Fulvio Pea

 

Tre pareggi e una vittoria nelle ultime quattro partite. Non un brutto bottino, ma non certo un cammino da promozione diretta. Il Sassuolo di Fulvio Pea ha un pò tirato il freno a mano in queste ultime partite e non è riuscito neanche ad approfittare del recupero in casa contro l’Ascoli di sabato scorso poer superare il Torino in classifica al primo posto, il quale è stato sconfitto a sua volta dal Brescia. Considerata anche la brusca sconfitta del Pescara nell’altro recupero di venerdì, è stata persa veramente una bella occasione dai neroverdi.

Ma quali possono essere le soluzioni giuste per un rilancio in grande stile della squadra? Non ci permettiamo di sostituirci al bravissimo tecnico degli emiliani che sta facendo un grosso lavoro su quella panchina, ma si possono fare ugualmente delle valutazioni tecniche. La quadratura giusta è arrivata col 3-5-2, modulo che non favorisce la presenza degli esterni d’attacco offensivi. Nel recente mercato di gennaio, il DS Bonato ha portato a Sassuolo tre giocatori: il terzino destro Marcello Gazzola, il trequartista-centrocampista-seconda punta Missiroli e l’esterno offensivo Troianiello. Proprio di quest’ultimo ci vogliamo occupare. L’ex Siena e Frosinone dopo quasi due mesi dal suo arrivo non è ancora riuscito a imporsi nell’undici di Pea e finora ha collezionato soltanto due presenze, per un misero bottino di 6 minuti più scampoli di recupero. Troppo poco. Ma d’altronde, col modulo 3-5-2 il suo inserimento è di diffcile collocazione. Per fare l’esterno di centrocampo ci vogliono caratteristiche sia offensive che difensive, mentre lui è più portato ad offendere e non a difendere e anche per fare la punta pura non sembra portato. Possibile, allora, che si possa tornare al 4-3-3, modulo utilizzato soprattutto nella prima parte di stagione, l’unico che potrebbe esaltare le caratteristiche di Gennaro Troianiello, giocatore ancora in attesa di dimostrare tutto il suo valore. Col tridente offensivo, potrebbero essere riproposti anche altri due ragazzi che hanno dato il loro meglio di sè nella prima parte del torneo come Richmond Boakye e Gaetano Masucci, che complice il cambio di sistema di gioco e qualche infortunio di troppo, sono usciti pian piano dalle scelte del tecnico Fulvio Pea. A centrocampo invece, una delle carte in più che potrà disporre il mister emiliano è quella di Michele Troiano, out per infortunio da settembre, che sta tornando a piccoli passi e che potrebbe essere uno degli uomini fondamentali per il Sassuolo da qui a fine torneo. Il materiale c’è, la rosa è ampia e il Sassuolo ha tutto per poter riprendere il cammino.

Notizie Correlate

Commenta