Bari, DS Angelozzi:”Playoff un sogno, ma i sogni si posso realizzare. Certo che le penalizzazioni…”

Guido Angelozzi

 

Il Bari sta vivendo una stagione altalenante, con dei picchi di pessimismo e altri di ottimismo puro, dettati da alcune vittorie in sequenza che portano la squadra in alto in classifica. Questo è uno di questi periodi, con la squadra che attualmente si trova a 6 punti dal Varese sesto, ultimo posto disponibile per i playoff. E dire che le lunghezze di distacco sarebbero potute essere solamente quattro, senza i due punti di penalizzazione. Ed è proprio questo punto che fa tenere i piedi per terra al DS dei pugliesi Guido Angelozzi:”I playoff sarebbero un sogno e i sogni certe volte si realizzano anche, ma bisgona essere realisti. La penalizzazione ci danneggia, ma se dovessimo raggiungerli avremmo fatto una vera e propria impresa, per tutto quello che abbiamo dovuto passare quest’anno. Abbiamo tagliato i costi, rifondato e ringiovanito la rosa. Siamo soddisfatti per questo. 16 dei nostri giocatori dello scorso anno si stanno facendo rispettare in Serie A, significa che non eravamo poi tanto male”. Ultimo problema, la squalifica di Caputo per fatti risalenti a qualche anno fa:”Ma non ci abbattiamo, abbiamo dimostrato di essere duri a morire. Ora abbiamo recuperato al 100% Kutuzov e Castillo e in più abbiamo due giovani in rampa di lancio come Rana e Albadoro che sono quasi pronti”. Il futuro del Bari sta già iniziando con i tanti giovani presenti in squadra:”Stiamo buttando le basi per il prossimo anno. Abbiamo scoperto un grande allenatore. Siamo in scadenza di contratto sia io, che Torrente e Garzelli. La proprietà deciderà cosa fare. I programmi ci sono. La società è comunque sempre in vendita”. Il DS se dovesse rimanere in sella alla squadra ha già ben chiare le idee:”Dopo aver alleggerito il bilancio, penseremo a tagliare ancora i costi. Bogliacino mi ha chiesto espressamente di restare e vediamo se ci saranno anche i presupposti economici per farlo. Romizi dovrebbe rimanere un altro anno perchè c’è un accordo con la Fiorentina per rinnovare la comproprietà, così come per Masi, mentre di Stoian rileveremo la comproprietà a nostro favore dalla Roma. Poi abbiamo Galano, Ceppitelli, Caputo, Bellomo, Borghese, Scavone, Defendi e Albadoro che sono nostri. Ai quali vanno aggiunti Marotta, Garofalo, Gammone e qualche altro giovane. Abbiamo una buona base su cui lavorare. Potrebbe anche rimanere Lamanna esercitando il diritto di riscatto della metà, bisognerà vedere come staremo economicamente”. Adesso la sota, per ricaricare le pile:”Dobbiamo trovare la quadratura per le partite casalinghe. Se dovessimo giocare al San Nicola come facciamo in trasferta, allora si che ci sarà da divertirsi…”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta