Juve Stabia-Reggina 2-1, le pagelle del match delle 18.00

Nicolas Viola

Ecco le pagelle di Juve Stabia-Reggina:

JUVE STABIA
Seculin 6.5:
incerto ma concreto, deciso ma non preciso. Gioca una buona partita, senza grandi aspettative ma con grande determinazione.
Baldanzeddu 6.5: dei due terzini è quello che sale e preme di più, gioca una buona prestazione con folate interessanti.
Molinari 6.5: prestazione di livello al centro della difesa, con grande calibro e personalità.
Maury 6.5: al centro gioca una partita importante, alternandosi in marcatura su Ceravolo e Bonazzoli. Buona prestazione.
Di Cuonzo 6: prestazione puntuale sul battente destro, gioca con equilibrio e grande personalità.
Erpen 6.5: la sua qualità nei tagli è fondamentale, uno col bagaglio tecnico da altra categoria.
(71′ Raimondi) 7: velocità e grande dinamismo, perfetto per gli assalti finali.
Scozzarella 6.5: costanza e ritmo a centrocampo, gioca con grande voglia e determinazione.
(89′ Danucci) sv
Mezavilla 7: grande sostanza e carisma, l’inserimento nel primo gol è da punta di ruolo. Il ritmo si alza quando la palla passa tra i suoi piedi, tra i migliori.
Zito 6.5: mezz’ala di grande spessore che da profondità al gioco di Braglia.
Danilevicius 6.5: gioca da boa a ridosso di Sau, portandogli via l’uomo e facendo il lavoro oscuro. Determinante.
Sau 7: il gol c’è sempre, la prestazione pure. Una delle sorprese di questa Serie B. Alla fine Braglia gli concede la standing ovation.
(83′ Falcinelli) sv

All Braglia 7: la sua squadra diverte con gioco e dinamismo. Merito è anche di questo allenatore che ha sempre creduto nei suoi uomini.

REGGINA
Zandrini 7:
il vero protagonista della Reggina, erge un muro non invalicabile per motivi di causa maggiore.
Freddi 6: l’unico in grado di portare danni alla difesa della Juve Stabia, proiettandosi in avanti e colpendo di testa. Riapre tra l’altro la partita al minuto 65′. Dietro prova a reggere la baracca e le colpe ce le ha anche lui…
Emerson 5.5: uno dei migliori difensori della Serie B non riesce ad alzare la guardia, in grande difficoltà di fronte alla velocità di Sau.
Angella 5.5: completa il trio difensivo alternando cose buone ad altre meno positive, non in giornata.
Ragusa 5: fuori ruolo e senza condizione gioca una partita al di sotto delle sue possibilità.
Rizzo 5.5: ritmo basso e pochi palloni recuperati rispetto al solito, esce nella ripresa a pile scariche.
(58′ De Rose) 6: porta polmoni e muscoli al centrocampo, correndo per due.
N. Viola 6.5: è quello che da qualità e imprevedibilità al reparto offensivo. Tiri violenti e improvvisi fanno tremare Seculin, un giocatore con un futuro assicurato.
Melara 5: sulla corsia rimane bloccato a metà, tra l’attacco e la difesa. Non riesce a sfruttare l’occasione concesso da Gregucci, che all’intervallo lo lascia negli spogliatoi.
(45′ D’Alessandro) 6: entrato a inizio ripresa gioca come terzino e prova a spingere sulla corsia con anche qualche buona progressione.
Rizzato 5.5: non riesce a trovare la via del fondo per andare al cross, prestazione opaca.
Ceravolo 6: uno dei pochi pericoli accorsi alla porta della Juve Stabia, gioca sul filo del fuorigioco e la butta pure dentro l’unica volta che però era al di là della linea…
(78′ Barillà) sv
Bonazzoli 5: si defila dal reparto offensivo, provando a cercare la porta ma senza trovarla mai….

All Gregucci 5: prestazione opaca della Reggina, che non riesce a trovare il filo del gioco soprattutto a centrocampo. All’ultimo è incomprensibile il cambio Barillà-Ceravolo.

M.F.

Notizie Correlate

Commenta