Ecco una relazione della polizia, citata dal Corriere della Sera: «Come riferito da Masiello, Iacovelli contattava il calciatore trasferitosi a Bergamo e lo redarguiva a proseguire il silenzio con precise frasi intimidatorie».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here