Torino-Nocerina, le pagelle del match

Rolando Bianchi

 

Ecco le pagelle di Torino-Nocerina:

BENUSSI 5: Molto incerto nei rinvii, per due volte regala il pallone agli avversari. Successivamente è disastroso nell’uscita alta su Castaldo che lo batte a porta vuota. Prestazione da dimenticare.

D’AMBROSIO 6,5: Giocatore preziosissimo che quando viene chiamato in causa non tradisce mai. Oggi viene preferito a Darmian sulla fascia difensiva destra. Sblocca la partita con una bella torsione di testa ed è sempre attento dietro, con due ottime chiusure a inizio gara che hanno scongiurato due possibili gol

GLIK 6: Ottimo compagno di reparto per Ogbonna. Gli attacchi della Nocerina non sono frequenti, ma ci sono. Il polacco è sempre attento.

OGBONNA 6,5: Il solito muro. Ormai non è più una sorpresa, ma è una certezza. Gli attaccanti della Nocerina sbattono spesso e volentieri su di lui.

PARISI 6,5: Bella prestazione dell’esterno sinistro, a dispetto delle voci sul calcioscommesse che lo riguardano. Sembra tranquillo, solita spinta sulla fascia, va anche al tiro.

(dal 34′ st DARMIAN s.v.)

IORI 6,5: E’ il solito regista della squadra. Grandi geometrie le sue. Non ha un grande passo, ormai si sa, ma ha i tempi giusti per far girare la sua squadra. Elemento imprescindibile dello scacchiere di Ventura

BASHA 6,5: Vero partner di Iori. Copre le spalle al compagno, ma non esita a proporsi e a inserirsi. Non bene quando deve concludere, tuttavia.

VIVES 6,5: Segna la rete del 2-0 e potrebbe farne anche altre due se non fosse che lui di mestiere fa il mediano e quest’oggi è schierato più ‘alto’.

ANTENUCCI 6,5: Molto attivo, prova tre-quattro azioni personali, ma non trova la rete. E’ in forma da parecchio tempo, ed è l’uomo migliore dei suoi in questo scorcio di stagione. Dovrebe trovare di più il gol, in relazione alle occasioni che riesce a crearsi

BIANCHI 5,5: Il Toro ha tante occasioni, ma mai una dove è protagonista il suo capitano. Ci prova, ha buona volontà, ma non è lucido mentalmente ed è poco sciolto. Il gol gli manca tantissimo e si vede. Nel primo tempo ha una buona occasione, ma si allunga troppo il pallone a tu per tu con Concetti e la sua azione sfuma. Nella ripresa, al 35′, fa il suo primo tiro in porta della gara, ma è debole e centrale ed è facile per Concetti far suo il pallone. Mister Ventura non aveva tutti i torti quando diceva che lo faceva partire dalla panchina perchè doveva ritrovare la serenità giusta.

(dal 43′ st Meggiorini s.v.)

STEVANOVIC 7: Sembra tornato lo Stevanovic dei tempi migliori. Ultimamente era apparso un pò apannato, tanto che sembrava che mister Ventura gli dovesse concedere un turno di riposo. Niente affatto, lui gioca e lo fa molto bene. Salta sistematicamente l’avversario che gli si para davanti a mette in mezzo tanti bei palloni. A inizio secondo tempo trova anche il gol del 3-0 con un ottima azione in velocità. Ritrovato.

(dal 26′ st, SURRACO s.v.)

ALLENATORE, VENTURA 6,5: Ritrova la vetta della classifica con una bella prestazione, favorita dal nulla difensivo della Nocerina. Sono tre buoni punti per il morale e per il proseguo della stagione

 

NOCERINA

CONCETTI 6: Subisce tre gol, ma non ha particolari colpe. Gli attaccanti del Torino gli arrivano da tutte le parti e lui compie almeno 5-6 parate decisive

REA 5,5: Sovrastato da tutti i giocatori offensivi del Torino. Fa quel che può, ma non è aiutato dai compagni.

FIGLIOMENI 5: Troppo lento e statico, Antenucci lo salta sistematicamente e lui va in sofferenza. Forse è meglio da centrale della difesa a tre.

DI MAIO 5,5: Come Rea, meglio di Figliomeni. Certo che però la marea granata travolge anche lui.

LAVERONE 6: Spinge molto più di Bolzan dall’altra parte. E’ un ottimo cursore e l’aveva già dimostrato a Sassuolo. Confeziona anche l’assist per la rete di Castaldo. Certo, poi dietro ci dev’essere qualcuno che lo assiste nelle chiusure, perchè da quella parte il Torino sfonda parecchie volte

BRUNO 5,5: Si improvvisa regista quando ancora c’è Barusso in campo, ma non ha le caratteristiche necessarie per far girare la squadra. Ci mette del suo, ma in generale la Nocerina soffre troppo quando il Torino attacca

BARUSSO 6: Non sembra avere dei grossi problemi fisici tali da spiegare la sua sostituzione dopo 25 minuti. Fin lì fa il suo, provando a chiudere qualche varco e ad aiutare Bruno in mezzo al campo. Probabile che Auteri abbia voluto un pò più di qualità in mezzo al campo

(dal 25′ pt PAROLA) 6: Prova a dare ordine, non è facile, ma ci tenta. Con un bel calcio di punizione sfiora anche il gol

BOLZAN 5: Ha di fronte Stevanovic che è scatenato e va in confusione. Non scende mai sulla fascia sinistra perchè è troppo preoccupato di tenere la posizione

PAGANO 6: Il grande ex della partita non demerita. Finchè la condizione tiene gioca una buona partita. Ha anche una bella occasione nel primo tempo.

CASTALDO 6,5: Il migliore dei suoi. La rete del 3-1 e in mezzo tante cose buone, sponde, assist e due conclusioni pericolose nel primo tempo.

(dal 28′ st, NEGRO s.v.) Quando entra, la Nocerina si sta già spegnendo

FARIAS 5: Non lo si vede mai e si che la Nocerina qualche occasione per attaccare c’è l’ha pure. Molto meno attivo dei suoi compagni di reparto, ai quali non dà nessuna mano d’aiuto

(dal 5′ st MERINO) 6: Dà la scossa alla sua squadra. Entra ed è subito molto attivo. Se limasse quel suo carattere fumantino, sarebbe un bel colpo per la Nocerina

ALLENATORE, AUTERI 5: Che dire di questa Nocerina. In quanto a gioco offensivo prodotto non ha niente da invidiare a nessuno, neanche al Torino capolista. Ha diverse occasioni, ma non le sfrutta. Di contro, però, soffre tantissimo dietro e ogni volta che gli avversari attaccano sono dolori. Il 3-4-3 è un modulo molto dispendioso, non è solo colpa dei difensori se la squadra subisce tanti gol, ma è frutto di un atteggiamento generale fin troppo offensivo.

 

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta