Torino, ESCLUSIVO/ Enrico Annoni: “Contro la Nocerina bisogna vincere, il maltempo è solo una scusa…”

Giampiero Ventura

Il Torino scende in campo domani alle 15.00 contro la Nocerina, una partita casalinga che i granata devono vincere per forza. In cima alla classifica della Serie B a lungo, ora invece sono stati raggiunti e superati da Sassuolo e Pescara. La squadra di Ventura deve ritrovare il filo rosso che porta ai tre punti. Abbiamo raggiunto, in ESCLUSIVA per SerieBnews.com, l’ex centrale dei granata Enrico Annoni.

Enrico, quanto è importante la sfida di domani per i granata?
“E’ molto importante, soprattutto perchè si gioca in casa. I granata devono riprendere il cammino che hanno lasciato nelle ultime giornate. Non sarà facilissimo, ma non si deve avere più nessun timore. In casa bisogna fare bottino pieno”.

Ai tuoi tempi come si fronteggiava la causa maltempo? Può condizionare la partita, il fatto di allenarsi poco e male?
“Rispetto ai miei tempi si sono compiuti molti passi in avanti. Non c’erano campi riscaldati e teloni, ma si spalava la neve prima della partita. Il freddo c’è sempre stato e si giocava con scarpette simili a quelle che ora si usano a calcetto. Ci allenavamo al Filadelfia, alternando sedute in palestra ad altre in esterna. Alla fine il maltempo viene usato troppo come scusa. Non saranno due giorni di mancati allenamenti a intaccare la forma fisica, sono dicerie…”

Come giudichi il mercato dei granata?
“Il mercato lo giudico mirato. Sono andati a prendere i giocatori che servivano, in posizioni dettate dall’allenatore”.

Surraco e Guberti possono essere acquisti in più?
“Finalmente hanno recuperato e devono dare più degli altri”.

Sorpreso della cessione di Ebagua?
“Stava facendo molto bene, ma non sono sorpreso. Sono arrivati altri giocatori e lui aveva caratteristiche molto simili a Bianchi. Penso che Ventura voglia puntare su un altro modo di giocare che non vedeva Ebagua come protagonista attivo”.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta