Livorno, Madonna:”Abbiamo lavorato bene ma ora dobbiamo diventare una squadra”

Armando Madonna

Vigilia da derby in casa Livorno la sfida contro il Grosseto incombe e non sarà proprio un match come gli altri per molti motivi. Gli amaranto sono chiamati a invertire una rotta che da troppo tempo non è più quella giusta. La nuova direzione l’ha calcolata il neo tecnico Armando Madonna alla sua prima conferenza stampa da neo tecnico del Livorno:” Per prima cosa ci tengo a dire che tutti i giocatori, in questi giorni, si sono allenati al meglio. Quello che ora chiedo ai ragazzi è di diventare una squadra. Devono essere uniti ed aiutarsi tra loro. Il lavoro fatto è stato più che buono ma quello che conta è la partita. E’ giusto che ci sia un po’ di tensione, ma è sbagliato logorarsi e pensare troppo alle cose. Sono curioso di vederli giocare. Se ci saranno delle difficoltà dovranno mostrare la personalità di riuscire a superarle”. Madonna si è poi soffermato su quanto il mercato possa influire sul momento dei labronici:” Non penso che ci saranno distrazioni di mercato. Questa sessione invernale c’è per tutti. I miei non devono avere alibi di alcun tipo. Abbiamo tanta voglia di fare risultato”. Per l’allenatore bergamasco sarà l’esordio sulla panchina del Livorno:” Si per me sarà la prima volta e per tutta la squadra sarà la prima dell’anno. Il via ad un lavoro nuovo ed a una nuova avventura. Ci mancheranno Luci e Barone squalificati. Cercheremo di mettere in campo un pò più di quantità”. L’avversario:” Il Grosseto è una buona squadra. Quadrati dietro e davanti giocano bene in profondità con Alfagheme, Caridi, Lupoli e Sforzini da tenere sempre sott’occhio”.

Notizie Correlate

Commenta