Cittadella, DG Marchetti:”2011 anno positivo per il ‘Citta’. Futuro? Ancora più difficile”

Stefano Marchetti con il tecnico del Cittadella Foscarini

 

Il Direttore Generale del Cittadella Stefano Marchetti, traccia un bilancio del 2011 della sua squadra e parla del futuro del club granata. Ecco le sue parole, rilasciate a ”Il Mattino di Padova”:”Il 2011 va archiviato come un anno positivo, abbiamo raggiunto tutti i nostri obiettivi, mantenuto la categoria, il capocannoniere del torneo (Piovaccari) e valorizzato i giovani. Ci metterei la firma per un altra annata del genere. Credo sia stato uno degli anni più belli della storia di questo club, ma anche uno dei più duri. Non dimentichiamoci che anche uno come Gabbiadini è esploso da noi e per il quarto anno di fila disputiamo il campionato cadetto, non male. Il 2012? Credo che sarà un anno ancora più difficile dell’altro, abbiamo archiviato una prima parte di stagione discreta, ma dobbiamo fare di più, non rilassiamoci perchè la Serie B non permette rallentamenti. Vorrei dalla squadra spirito di sacrificio e la voglia di lottare sempre e non mollare mai. Qualche punto è stato buttato via per errori di distrazione, questo non va più fatto. La più bella partita del 2011? Reggina-Cittadella 0-1 del campionato scorso. Riscattammo un precedente ko alla grande. Quest’anno la partita più bella deve ancora venire…Mercato? Stiamo valutando alcune situazioni, se ci sarà qualche occasione importante ci muoveremo, ma non credo faremo più di tanto. La vera rivoluizione è stata fatta la scorsa estate lasciando andare tanti senatori. E’ stata una scelta difficile, gli porto tutti nel mio cuore. Bellazzini? Tante voci su di lui, ma nessuno si è fatto avanti, se qualcuno lo farà valuteremo la proposta”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta