Torino, Ventura:”Un augurio per il 2012? Spero che 60 mila tifosi granata possano scendere in piazza a festeggiare

Giampiero Ventura

 

Giampiero Ventura, tecnico del Torino capolista, ha rilasciato un intervista al quotidiano ‘Tuttosport’, parlando della stagione della sua squadra, del mercato e dei propositi per l’anno che verrà. Ecco le sue parole:”Un bilancio di questa prima parte di campionato? I punti che abbiamo sono tutti meritati, voglio che la squadra cresca ancora, non mi basta continuare così. In questo ritiro di Malta voglio ritovare la stessa squadra che avevo lasciato prima della sosta natalizia. Ritroviamo l’umiltà e lo spirito di sacrificio che ci ha contraddistinto finora. Un rimpianto? La sconfitta di Modena, la partita non è stata chiusa e siamo stati puniti. Preoccupato per le ultime sconfitte con Padova e Modena? Direi di no, ma senz’altro si poteva fare meglio. Per il 2012 vorrei tre cose: riportare il Toro nella categoria dove gli compete, far uscire dai cassetti le bandiere granata e non facrcele più tornare e portare 60 mila persone in piazza a Torino per festeggiare la promozione. Non sarebbe male. Auspici personali? Salute e serenità, non chiedo altro. Nuovi acquisti? Beh, sarebbe importante se arrivasse qualcuno e lo facesse in questi giorni, così da poterlo aggregare a questo ritiro. Svolgerebbe con noi tutti gli allenamenti e questo equivarrebbe a un mese di allenamenti a Torino. Comunque queste cose dovete chiederle a Petrachi. La squadra avrebbe bisogno eventualmente di qualche innesto in prospettiva futura. Barreto? Se arriva qualcuno di più forte rispetto a quelli che abbiamo non dico certo di no. Sono comunque strasoddisfatto dei miei giocatori”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta