Urbano Cairo

 

Il Presidente del Torino Umberto Cairo ha concesso un intervista al quotidiano ‘La Gazzetta dello Sport’ facendo un bilancio su questo 2011 iniziato male, ma proseguito e finito bene. Eccone alcuni passaggi:”Miracolo Torino? Non lo chiamerei così Diciamo che abbiamo programmato per bene questa stagione e i risultati si stanno vedendo. Abbiamo preso uno dei migliori allenatori sulla piazza, giocatori esperti, giovani e abbiamo creato un mix vincente che ci ha portato fino alla testa della classifica. Le premesse c’erano tutte per fare bene l’estate scorsa, Ventura e la squadra sono stati bravi a trasformarle in realtà. La base c’è ed è buona, siamo solo a metà stagione, dobbiamo proseguire su questa strada. Le nostre rivali saranno, da qui alla fine, più o meno quelle che ora sono davanti in classifica, almeno fino alla Reggina. La Samp? Non è facile recuperare tutti quei punti nel girone di ritorno, ma potrebbe comunque farcela. Le ultime due partite perse con Padova, anche se lì è una storia a part,e e Modena ci devono servire da lezione, perchè niente è scontato e tutto è da perdere. Padova-Torino? Ho fiducia nella Giustizia Sportiva, attendo con serenità il loro responso. Ventura? Il mister ci ha dato un gioco, un equilibrio mai avuto. Ha curato alla perfezione la fase difensiva e la squadra lo segue incondizionatamente. Quest’anno ho rivisto lo stesso spirito visto soltanto nel primo anno della mia gestione. Mercato? Non sono mai stato fortunato a gennaio, non ci saranno rivoluzioni, recupereremo Guberti, Surraco e Darmian e se ci sarà qualche occasione, soprattutto giovani, ci muoveremo per tempo”.

di Marco Orrù