Sampdoria, Iachini: “Dovevamo e potevamo fare di meglio”

Beppe Iachini

Beppe Iachini interviene in diretta nel corso di ‘Premium Football Club’, in collegamento negli studi di Mediaset Premium. Il tecnico della Sampdoria parte dell’azione del gol: “Mi dicevano che c’era un fallo, io non ho visto ero lontano. E’ partita l’azione e poi è arrivato il gol. Peccato se fosse così, ma non mi fermo su questo. Peccato perchè nel secondo tempo nel momento migliore abbiamo preso gol”.

La reazione: “Nella ripresa siamo partiti bene, dovevamo fare di più negli ultimi trenta metri. Avevamo preparato delle situazioni in settimana e no nci siamo riusciti. dobbiamo crescere e metterci sotto per lavorare”.

Questo quanto detto sulla classifica: “Siamo sempre a tre punti dalla zona playoff. C’è grande dispiacere e grande rammarico. Stiamo inseguendo un percorso, ma il campionato di Serie B è lungo. Faremo dei lavori nella sosta natalizia. Sapevamo che dovevamo crescere, non cambia la nostra idea nel futuro”.

Su Palombo: “Angelo oggi l’ho sostituito perchè era già ammonito e in un paio di occasioni in mezzo al campo c’erano stati dei falli tecnici. Rischiavamo. E’ un giocatore molto importante per quanto mi riguarda. Ci contiamo molto. Oggi non fa testo, lui ha capito dopobla situazione… C’era pericolo secondo giallo, che avrebbe caratterizzato la gara. Quello che succederà nel calcio non si sa. Rimane qui, poi se arriva l’offerta della vita valuterà la società e ci penseremo poi”.

Sul lavoro della squadra: “Per vincere i campionati ci vogliono alcune cose: grande intensità da dare alle partite, organizzazione di gioco e mentalità. Tanti aspetti sui quali stiamo lavorando. Se sono arrivato qui è perchè qualcosa non adanva per nel modo giusto. Dopo poche settimane, nonostante abbiamo creato molto per vincere, sapevanmo che dovevamo rincorrere per migliorare. Non cambia, a prescindere da oggi, quelli che sono i nostri propositi e come andiamo a lavorare”.

Pagliuca chiede se è stato un errore conferamre il blocco della retrocessione, Iachini risponde: “Non penso, a me è capitata la stessa cosa a Chievo. Abbiamo lavorato in una certa maniera, arrivando primi. Ci sono delle difficoltà, ma non dipendono da quello. Da quando sono arrivato valuto e parlerò con la mia società per capire cosa fare”.

Liguori si aspettava un tono feroce da parte della squadra, Iachini sulle critiche di evanescenza risponde: “Le cose che devo dire le dirò nello spogliatoio. Qui non sto difendendo nessuno. Dovevamo fare di più e meglio, anche perchè eravamo preparati. Dei problemi c’erano prima, ci sono e stiamo lavorando per provare a risolverli. Ci sono situazioni che risolvi facilmente e altre che ci vuole tempo. Lavorerò sul campo col mio staff e poi valuteremo cosa fare”.

Notizie Correlate

Commenta