Reggina-Sassuolo, le dichiarazioni a caldo

BREDA – “Dovevamo fare questo tipo di gara. Se il presidente è soddisfatto? Chiedete a lui. Il gruppo è compatto, ed ho difficoltà a lasciar fuori qualcuno, in mezzo ai ventotto che sono a disposizione. Il Sassuolo non è facile da affrontare, e poteva farci male nelle ripartenze. Ho preferito mettere Alessio Viola, invece di Ragusa o Ceravolo, proprio perché loro stanno molto bassi e non concedono profondità”.

PEA – “Lo sapevo che la Reggina non era in crisi. Ha ottimi giocatori, ma nel secondo tempo abbiamo sfiorato la vittoria. Boakye è partito molto bene in questa stagione, poi si è ritrovato sulle pagine dei giornali. È stato un errore schierarlo titolare, nelle ultime gare. Più avanti ci siederemo a tavolino e ragioneremo su dove vogliamo arrivare”.

EMERSON – “All’inizio, siamo andati avanti con maggiore orgoglio. Poi, una nostra leggerezza ha fatto scaturire il pareggio. I continui cambi di modulo non ci mandano in confusione, ma giocando a quattro i riferimenti sono diversi. È solo un periodo negativo”.

LAVERONE – “La Reggina ha un potenziale offensivo che possono vantare in pochi. Non avevo nessuna rivincita da prendermi, l’anno scorso sono andato bene fino a gennaio o febbraio, poi un po’ per problemi miei e un po’ per le scelte non ho più trovato spazio. All’inizio ho sofferto un po’ Rizzato, poi ho preso le misure”.

Notizie Correlate

Commenta