Livorno-Brescia, ESCLUSIVO/ Roberto Baronio: “Partita difficilissima per le rondinelle! Speriamo che Calori inverta la tendenza, ma non dimentichiamo il lavoro di Scienza”

Roberto Baronio

Il Brescia ha cambiato guida tecnica durante la settimana, al posto di Scienza infatti è arrivato Calori. Il primo test per il tecnico aretino non sarà dei più facili, infatti le rondinelle si troveranno di fronte un Livorno dal dente avvelenato.

Abbiamo raggiunto in ESCLUSIVA per SerieBnews.com Roberto Baronio, che del Brescia è un tifoso oltre che un ex giocatore.

Roberto, ti aspettavi questa partenza?
“Speravo andasse diversamente, nonostante era nelle ipotesi quella di vivere un campionato difficile. Ora a Brescia si sta pagando il non mercato della società”.

Cosa pensi del progetto di puntare sui giovani?
“E’ importante valorizzare i giovani, magari sarebbe stato meglio non farlo così repentinamente. Questa situazione andava gestita meglio”.

Era necessario esonerare Scienza?
“Scienza ha fatto un buon lavoro. Il tecnico era abituato a lavorare con i giovani, anche se in un campionato, rispetto a una primavera, come quello di Serie B è difficile. In questa categoria servono giocatori che abbiano esperienza proprio della stessa. A pagare è stato Scienza, ma a sbagliare è stata la società che non ha fatto mercato”.

Cosa può cambiare con Calori?
“Se l’hanno chiamato si vede che era pronto a dare qualcosa in più. Si deve uscire da una situazione difficile. Già da domani spero nell’inversione di marcia, da tifoso ci tengo davvero”.

Che partita sarà domani?
“una partita dura contro un Livorno che non vive un momento facile. Ci sarà parecchia tensione”.

Chi è il Baronio del Brescia di oggi?
“Potrei dire Salamon per assonanza di ruolo, ma è molto difficile fare paragoni. Ha il colpo di testa e un inserimento che io non ho mai posseduto. Certo di giovani interessanti a centrocampo ce ne sono molti”.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta