Juve Stabia, Piero Braglia: “Con il Cittadella aspetto i tifosi in massa, la Serie B è importante per questa città”

Il tecnico della Juve Stabia Piero Braglia

Il tecnico della Juve Stabia, Piero Braglia, è soddisfatto del momento che sta attraversando la sua squadra. Nella conferenza stampa di oggi, che precede l’impegno casalingo dei campani contro il Cittadella, il tecnico delle “vespe” ha colto l’occasione per fare un bilancio su tutto il 2011 della sua squadra: “E’ stato un anno importante, abbiamo centrato la promozione e abbiamo vinto la Coppa Italia; in più ci siamo adattati molto bene alla Serie B, che io giudico una categoria molto difficile, quindi se devo fare un bilancio, posso dire di essere molto soddisfatto di tutta la squadra, e dell’ambiente che mi permette di lavorare al meglio.
Quella di sabato sarà una partita importantissima, per questo ho deciso di portare la squadra in ritiro già da domani. Il Cittadella è una bella realtà, che si è ormai consolidata da tempo in Serie B, quindi non possiamo far altro che complimentarci con loro e prepararci al meglio per la partita di sabato.
Non so ancora chi giocherà al posto di Zito – ha continuato Braglia – ma sono sicuro che gli allenamenti settimanali mi daranno le giuste indicazioni. Al posto di Dicuonzo, invece, giocherà sicuramente Biraghi; è giunto il suo momento e dovrà dimostrarmi quanto vale.
Sono convinto che i tifosi ci daranno una grande spinta, la città deve capire che questa Serie B è un bene per tutti; entrare in campo a “Marassi” e vedere i nostri tifosi è stato qualcosa di eccezionale”.

Infine una battuta sull’ormai imminente mercato di gennaio, dove la Juve Stabia ha già diverse trattative sul piatto della bilancia: “Abbiamo le idee chiare su come muoverci, ma non aspettatevi grandi colpi. Abbiamo bisogno di giocatori giovani e motivati, che non incidano negativamente sul bilancio societario. La prima cosa che conta è che la Juve Stabia sia una società sana”.

Lorenzo Marrucci

Notizie Correlate

Commenta