Cittadella-Reggina, le dichiarazioni a caldo

BREDA – “Abbiamo preso un gol strano. Dopo il nostro 1-2, abbiamo subito i loro cambi perdendo intensità. Non è giusto trovare alibi, ci sono costati cari gli ultimi 20 minuti. Abbiamo disputato una gran partita per 60 minuti, ma purtroppo dura 90. Lì davanti hanno speso tanto tutti quanti. Campagnacci è poco lucido, ma ha una costanza di corsa che dà sempre fastidio. Non siamo riusciti a cambiare marcia nell’ultima mezz’ora. Oggi abbiamo giocato col 4-3-3. È un momento no, bisogna mantenere l’obiettivo sul lavoro. Se rifarei tutte le scelte? Non voglio gettare la croce addosso a nessuno”.

BONAZZOLI – “Volevamo vincere la partita. La panchina? Accetto le scelte dell’allenatore, si va avanti e si lavora. Dispiace aver segnato due gol fuori casa, senza fare risultato. Dopo il mio ingresso in campo, non abbiamo più cercato la palla lunga. Bisogna guardare in faccia la realtà, senza nascondere l’evidenza. I cambi del Cittadella? Non mi sembra siano entrati in campo Ibrahimovic o Messi. I play-off? Siamo lì, ma non bisogna buttar via le partite come oggi”.

FOSCARINI – “Le variabili si possono attuare anche a gara in corso. I giocatori sono sempre pronti a cambiare modulo, l’importante è che i concetti di gioco rimangano gli stessi nelle due fasi. Con i cambi ho aiutato la squadra, ma i protagonisti sono sempre i giocatori. È scattata una molla, la squadra stava provando a giocare ma senza la giusta intensità. La Reggina è una buona squadra, capace di mettere in difficoltà chiunque. Oggi vedo grande merito del Cittadella, piuttosto che demerito degli avversari”.

Fonte: Radio Touring

Notizie Correlate

Commenta