Sampdoria, segui il LIVE della conferenza stampa di Iachini

Beppe Iachini

 

Ecco in diretta le parole del mister della Sampdoria Beppe Iachini, in conferenza stampa alla vigilia della sfida con la Juve Stabia:

”In tre settimane ancora non si possono vedere i miei metodi e le mie idee. Ci vuole un pò di tempo in più, ma qualcosa si è fatto e stiamo lavorando in questo senso. Non so quanto ci vorrà ancora per completare il processo di crescita, ma l’importante è ottenere quel che ci siamo prefissi io e il mio staff. Fra due mesi saremo un altra squadra”.

”Come ho già detto in passato, voglio intensità, corsa e concentrazione dai miei giocaotori. Su questo mi batto molto. Per quanto riguarda il recupero degli infortunati, come Pozzi, abbiamo studiato un lavoro specifico per il recupero al 100%”.

”Mi dispiace per i tanti problemini in difesa, come gli infortuni di Gastaldello e Castellini, che non mi hanno permesso di avere continuità di uomini in un reparto fondamentale per una squadra”.

”Mercato? Capisco l’interesse di tutti, ma ne parlerò dopo la partita col Pescara. Ora pensiamo a queste due partite con Juve Stabia e appunto Pescara poi faremo delle valutazioni. Dico solo che questo gruppo di giocatori si è espresso solo al 50% del proprio potenziale, quindi…Chi ha avuto poco spazio andrà via per potergli permettere di esprimersi al meglio, ma non ci saranno rivoluzioni. Non mettiamo in discussione questi giocatori, come Palombo per esempio. Fra due mesi vedremo chi è Palombo piuttosto che un altro e un altro ancora”.

”Pensiamo alla Juve Stabia, una squadra che si conosce a memoria e che è due anni che fa bene. Ha un allenatore che mi piace e che si è ‘fatto’ da solo. Gli piace lavorare sul campo e ha avuto la possibilità di lavorare con un gruppo di giocatori che si conosce al meglio. Ho detto ai miei che è come se stessimo affrontando Milan o Juve, proprio perchè non dobbiamo sottovalutarli”.

”Noi dobbiamo vincere più partite possibili, ma dobbiamo affrontarle con umiltà e concentrazione perchè contro di noi tutti fanno la partita della vita e non è facile portare a casa i 3 punti”.

”In tempi non sospetti ho detto che Verona e Juve Stabia sono due square tra le più temibili di tutto il torneo, proprio perchè hanno un gruppo che lavora insieme da tanto, con lo stesso allenatore e sono affiatatissimi. Per quello ho detto prima che 3 settimane sono poche per ottenere tutto…”.

”Sono contento della crescita di Rossini e Volta, due giocatori giovani e in rampa di lancio, ma in generale tutta la squadra sta migliorando”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta