Bari-Cittadella 2-2, le pagelle del posticipo di Serie B

Vincenzo Torrente

Ecco le pagelle di Bari-Cittadella:

BARI
Lamanna 6
: la sua presenza è sempre importante tra i pali, anche se sui gol del Citta ci sarebbero voluti dei veri miracoli.
Ceppitelli 6: a volte un pò troppo impreciso nelle giocate, anche perchè spesso risulta un pò troppo frettoloso. La sua caparbietà però gli consente di rimanere sempre al passo, velocissimo, degli avversari.
Dos Santos 5: troppo spesso in difficoltà contro la travolgente velocità di Maah, spesso in ritardo non riesce a giocare al livello degli avversari.
Borghese 6: ci mette il fisico quando non può arrivare con le sue lunghe leve, davanti poi diventa veramente devastante su ogni calcio d’angolo. Il migliore della retroguardia pugliese.
Polenta 5: è la sorpresa della giornata, al posto di Crescenzi. Non convince fin da quando nel primo tempo sbaglia il tempo sul vincente cross di Di Roberto. Il resto è una fiera di passaggi sbagliati e errori di posizione, rimandato a giudizio?
De Falco 6: chiamato in causa per sostituire Bellomo, lo fa col piglio giusto e con ottima intensità. Pronto a fare schermo quando le tre mezzepunte di Foscarini creano problemi, gioca una partita molto ordinata.
Donati 7: l’esperienza di mille battaglie al servizio di ogni partita, un giocatore di un’altra categoria prestato alla Serie B con i conseguenti risultati. Inoltre sta diventando devastante anche davanti, con il secondo gol nelle ultime due partite.
Rivaldo 5: in difficoltà al centro del campo come poche volte in questo campionato. Torrente se ne accorge e nell’intervallo lo sostituisce.
(46′ Bogliacino) 6: regala qualità al centrocampo del Bari, oltre al gol che riapre la partita.
Galano 5,5: stasera non spicca in altruismo, giocando un primo tempo totalmente al di fuori della manovra. Un pò meglio nella ripresa, viene sostituito dopo 20 minuti.
(64′ Stoian) 6: buona dose di polmoni per la manovra pugliese.
Marotta 6,5: si gioca un’opportunità importante per riconquistare Torrente e lo fa con sacrificio e grande astuzia. Fondamentale il lavoro che riesce a fare anche lontano dalla porta difesa da Cordaz. Delizioso il pallone servito a Donati per il momentaneo 2-1.
Rivas 5: in questa stagione non è ancora riuscito a mostrare l’enorme bagaglio tecnico espresso solo a tratti in Serie A. Anche oggi non si può dare una sufficienza alla sua prestazione, troppo sotto tono per un giocatore come lui.
(79′ Kopunek) sv

All: Torrente 5,5: troppi errori in gestione dei suoi, dopo una bellissima rimonta i suoi si fanno raggiungere subito dopo. Torrente dovrà lavorare molto in settimana.

CITTADELLA
Cordaz 6
: compie un vero miracolo quando nel primo tempo ferma Rivas, pronto a siglare il gol del 1-1. Incolpevole sui goal del Bari, anche se spesso sembra in difficoltà soprattutto quando esce dai pali.
Martinelli 6: sulla corsia non fatica quando salgono gli esterni pugliese, buona prova dinamica e ordinata.
Pellizzer 6: mantiene la posizione con grande determinazione, lottando per novanta minuti.
Marchesan 6: stesso discorso fatto per Pellizzer, guida la difesa con grande maestria e la giusta qualità.
Vitofrancesco 6,5: sulla corsia esterna è bravo a difendere così come a offendere, fa le due fasi con freschezza e il giusto ritmo.
Schiavon 6: in un centrocampo a due, che deve sorreggere il gioco di tre mezzepunte, il suo apporto oggi risulta fondamentale nella ricerca di un equilibrio.
Busellato 6,5: non deve essere facile per un ragazzo nato nel 1993 ritrovarsi a giocare contro gente del calibro di Donati. Busellato ci riesce, reggendo il confronto e senza mai tirare indietro la gamba. Un riconoscimento al merito di un ragazzo giovane e promettente.
Bellazzini 5,5: il capitano del Citta non riesce a dare la solita qualità alla manovra, totalmente assente nella ripresa viene sostituito a venti dalla fine.
(67′ Di Carmine) 6: il suo ingresso regala peso e qualità alla manovra del Citta.
Di Roberto 7: affonda due volte il suo coltello nella difesa pugliese, mandando in porta prima Job e poi Maah. La qualità di questo ragazzo e il sacrificio risultano ancora una volta decisivi per il Cittadella di Foscarini.
Job 6: la mossa a sorpresa di Foscarini si conferma giusta almeno per 45 minuti, quando l’esterno riesce addirittura a realizzare il gol dell’1-0. Nella ripresa si defila dalla manovra, non riuscendo più a farsi notare.
(82′ Gorini) sv
Maah 6: come al solito prontissimo a mettere in difficoltà le difese avversarie, ma allo stesso modo come al solito troppo impreciso sotto porta. Trovasse la malizia potrebbe diventare un attaccante da 20 gol a stagione, almeno in questa categoria. Riesce nel finale a realizzare il gol dell’1-1 grazie alle sue doti da centometrista.

All Foscarini 6.5: riesce a ottenere un bel pareggio in trasferta, dopo aver rischiato a lungo anche di vincere la partita. Il Cittadella non smette di sorprendere.

Matteo Fantozzi

Notizie Correlate

Commenta