Padova, Foschi:”Al Toro non mi hanno fatto proseguire il lavoro iniziato, a Cairo ho fatto recuperare tanti soldi”

Rino Foschi

 

Il Direttore Sportivo del Padova Rino Foschi è uno dei tanti ex della partita contro il Torino. Da gennaio 2009 a gennaio 2010 è stato alle dipendenze del Presidente Cairo, il quale però lo mandò via prima del mercato di riparazione di due stagioni fa. Il DS però riconosce i suoi meriti anche in quella breve esperienza e in un intervista al quotidiano ‘Tuttosport’ svela i retroscena di quel periodo:”In 30 anni di carriera ho toppato solo a Torino, anche se in parte, visto che non mi è stato dato il tempo per proseguire il mio lavoro. Al Presidente Cairo ho comunque fatto recuperare 18 milioni dalle cessioni e di questo mi deve ringraziare. Inoltre avevo diminuito di 8 milioni il tetto degli ingaggi. Non mi sembra poco. Solo con la cessione di Rosina allo Zenith recuperai 8 milioni. Nell’estate 2009 Cairo mi chiese di rifondare la squadra dopo la retrocessione, presi Colantuono, e acquistati buoni giocatori in linea con le esigenze di tutti. Fin lì tutto bene…Poi non so perchè non mi fu data la chance di continuare il lavoro iniziato in estate. A gennaio avrei rimesso le cose a posto. In un paio di mesi non si può pretendere di vincere subito. Fui costretto a dimettermi perchè io ho una dignità. Comunque non ho nessuna rivincita da prendermi, ho avuto la forza di rialzarmi e qui a Padova, insieme al Presidente Cestaro, stiamo facendo un ottimo lavoro. Contro il Toro comunque non voglio perdere…Un ultimo aneddoto: 2 o 3 mesi fa il Presidente Cairo mi ha chiamato e mi ha detto che aveva sbagliato a lasciarmi andare, che non doveva accettare le mie dimissioni e che mi ricordava come uno dei migliori DS mai avuti. Lo ringraziai per la telefonata, mi aveva fatto piacere”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta