Grosseto, Presidente Camilli:”A giugno passo la mano, sono stanco e senza più motivazioni”

Piero Camilli

 

Il Presidente del Grosseto Piero Camilli, intervenuto telefonicamente a Il biancorosso, la trasmissione di Tv9, avrebbe intenzione di lasciare il club toscano al termine della stagione e lui stesso spiega perchè:”Ci sono tante motivazioni che mi portano a dire tutto ciò e non è soltanto per colpa del momento negativo della squadra. Sono a capo di questa società da dodici anni e sono già troppi. Faccio il Centenario del club qua e poi vediamo, ma a fine stagione sono intenzionato a passare la mano. Il pubblico? C’era più gente tra i Dilettanti che ora in Serie B. La gente che vedo in tribuna e che ora contesta, dov’era qualche anno fa? Per me se ne possono stare a casa. Inoltre io non sono di Grosseto e ogni volta che vengo qua mi devo fare 300 kilometri. Sono troppi per me, alla lunga il fisico ne risente…Salerno? L’ho scelto perchè è una persona affidabile e siccome ho intenzione di occuparmi più della mia azienda, non sarò sempre presente fisicamente per la squadra e lui dovrà sistemare un pò le cose. In tempi di crisi l’azienda è la prima cosa. Giannini? Per ora rimane al suo posto. Rifarei le stesse scelte? Ora non ha senso parlarne…”.

Il Presidente darà un seguito alle sue parole? I tifosi maremmani non sono tanto convinti, anche perchè questo tipo di esternazioni, Camilli è abituato a farle. Staremo a vedere…

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta