Vicenza-Pescara 1-1, le pagelle del match delle 12.30

Ciro Immobile

Ecco le pagelle di Vicenza-Pescara:
VICENZA
Frison 6:
quando viene chiamato in causa risponde sempre presente, incolpevole sul goal subito.
Tonucci 6: buona qualità sulla corsia di sinistra, dove si propone spesso anche in avanti.
Martinelli 6: contro l’attacco del Pescara, molto veloce e mobile, riesce a giocare una partita di grande qualità.
Zanchi 6: a sorpresa in mezzo alla difesa, dopo il ko di Bastrini. Prende due colpi nel giro di un minuto ed è costretto ad uscire alla mezz’ora.
(37′ Augustyn) 6: roccioso e bravo nel trovare la giusta posizione.
Giani 6: gioca sulla corsia destra con grande qualità, deve tenere a bada quando si allargano a turno Sansovini e Insigne.
Gavazzi 6: buona dose di palloni in mezzo all’area, poca continuità nelle giocate.
Soligo 6,5: nel primo tempo diventa una vera spina nel fianco del Pescara. Azzecca sempre il tempo, riuscendo bene negli inserimenti.
Botta 6: grande equilibrio in mezzo al campo, per un giocatore dalle ottime qualità.
(74′ Paolucci) sv
Paro 6,5: grandissimo colpo di qualità su punizione, palla diretta all’incrocio dei pali. Peccato, per lui e per il Vicenza, che non abbia regalato i tre punti.
Bariti 6: sorpresa dell’ultima ora gioca con grande qualità sulla corsia esterna, non riesce però a essere incisivo.
(55′ Mustacchio) 5,5: il suo ingresso non regala il giusto apporto qualitativo, defilandosi troppo spesso nell’attacco biancorosso.
Abbruscato 6: buono il suo lavoro al centro dell’attacco, abile a fare sponda per gli inserimenti ora di Soligo e poi di Mustacchio.

All. Cagni 6.5: viene beffato all’ultimo da Soddimo, dopo una partita giocata ad alto livello dal suo Vicenza. 1-1, comunque buono contro una squadra di livello.

PESCARA
Anania 7:
il migliore dei suoi, riesce ad alzare un muro invalicabile al Vicenza. Questo viene scavalcato solo dal capolavoro di Paro.
Zanon 5,5: mancano alla squadra le sue solite scorrazzate sulla sinistra, impreciso oggi.
(68′ Petterini) 6: si posiziona lì a destra, giocando senza sbavature.
Romagnoli 6: sostituisce lo squalificato Capuano, al centro della difesa riesce a reggere con grande qualità.
Brosco 6: buono al centro della difesa, abile a tenere la posizione.
Balzano 5,5: vale lo stesso discorso fatto per Zanon, non riesce a salire sulla corsia come al solito.
Gessa 6: raffinato quando taglia il campo con ottime verticalizzazioni, bravo quando torna a dare una mano al reparti difensivo.
(68′ Verratti) 6,5: grande impatto sulla partita del giovane ’92. La qualità dimostrata da questo giocatore sono di un’altra categoria.
Togni 5: buon primo tempo e grande quantità come al solito, nella ripresa però commette due sciocchezza che lo portano al rosso. Mette quindi in grande difficoltà i suoi compagni, costretti a giocare per una mezz’ora in dieci.
Cascione 6,5: il solito grande equilibrio in mezzo al campo, fondamentale quando la squadra rimane in dieci.
Sansovini 5,5: è sempre al posto giusto al momento giusto, ma oggi sembra aver le polveri bagnate non riuscendo mai a trovare precisione.
(68′ Soddimo) 7: decisivo il suo ingresso, riesce a giocare tra le linee. Mette dentro un pallone fondamentale a cinque minuti dalla fine con un fendente di destro al limite dell’area di rigore.
Immobile 6: buona prova tra le linee, gioca con grande qualità e spesso aiuta i compagni a salire.
Insigne 6: la grandissima qualità di questo ragazzo è fondamentale in questa categoria. Non sempre oggi però riesce a fare la differenza.

All. Zeman 7: il coraggio di Zeman regala il pareggio agli abruzzesi. Rimasti in dieci il tecnico cambia tutta la catena di destra, mandando in campo il decisivo Soddimo. L’esperienza è tutto.

Matteo Fantozzi

 

Notizie Correlate

Commenta