Reggina, le ultimissime di formazione

La delicatissima trasferta di Verona impone il massimo riserbo alla Reggina, per quanto riguarda la formazione. Gli allenamenti blindati sono forse serviti per preparare qualche mossa a sorpresa da parte di Roberto Breda, che contro gli scaligeri si gioca la panchina. In difesa non dovrebbero esserci novità, in virtù del recupero di Emerson dopo il taglio al piede, rimediato lunedì sera contro l’AlbinoLeffe. Sulla fascia destra, stavolta, l’ex reggiano Matteo D’Alessandro dovrebbe soffiare il posto a Riccardo Colombo.

Nicolas Viola spera di riprendersi un posto a centrocampo, ma Rizzo e Castiglia potrebbero essere confermati entrambi. Il più grosso dubbio è in attacco. Ceravolo dovrebbe perdere la maglia da titolare, ma non è affatto sicuro che sia Ragusa a sostituirlo. Breda sta considerando seriamente di gettare nella mischia Campagnacci, sin dal primo minuto. L’attaccante è recuperato, ma è da Reggina-Bari che non va nemmeno in panchina. La sua presenza dovrebbe consentire l’adeguamento al modulo 3-4-2-1, trasformabile in 5-4-1 per la fase difensiva. Questo il probabile schieramento della Reggina domani a Verona:

3-4-2-1: P.Marino; Adejo, Emerson, A.Marino; D’Alessandro, Rizzo, Castiglia, Rizzato; Campagnacci, Missiroli; Bonazzoli.

Paolo Ficara

Notizie Correlate

Commenta