Calciomercato Reggina, ESCLUSIVO/ Caravello: “Cosenza? A gennaio ci guarderemo intorno”

Francesco Cosenza

A poco più di un mese dalla riapertura delle liste, torna utile iniziare a stilare il punto della situazione su alcuni calciatori che potrebbero muoversi a gennaio. Qualche indicazione interessante, in tal senso, arriva dall’agente Fifa Danilo Caravello. Il noto procuratore, oltre a parlare di alcuni suoi assistiti, ha espresso un’idea sulle prospettive del campionato di Serie B, suggerendo anche dei giovani pronti a fare il salto di categoria dalla Lega Pro. Ecco l’intervista esclusiva per SerieBnews.com:

 

La Sampdoria in teoria doveva dominare questa Serie B…

«Quest’anno il campionato sembrava scontato, ma sta prendendo sviluppi interessanti. Lassù ci sono squadre come Reggina, Padova e
Torino che erano preventivabili. Poi c’è il Sassuolo, che ha ringiovanito parecchio ed è una lieta sorpresa. La Sampdoria è un po’ in ritardo, ma adesso ha cambiato allenatore e dovrebbe esserci una inversione di rotta, ha un organico importante per la categoria. È un torneo che sta esprimendo dei giovani interessanti».

 

Giovani interessanti, come Antei del Grosseto.

«Antei non ha giocato tantissimo fin qui, tra infortuni e convocazioni in Under 21, ma è sicuramente un giovane interessante. Così come Ronaldo, anche lui del Grosseto. Cito anche Crimi. Nel Sassuolo ci sono Boakye, Sansone, Cofie e Laribi. Stevanovic a Torino sta assumendo un rendimento consono. Alla Reggina ci sono Adejo, Rizzo, Viola e Ragusa. Arriveranno in Serie A».

 

A gennaio potrebbe arrivare in Serie B anche Gabbiadini, attualmente chiuso nell’Atalanta?

«Penso di no. So quanto ci tiene l’Atalanta a questo ragazzo. In questo momento, il modulo prevede Denis come unica punta, con
Moralez alle spalle, e stanno giocando benissimo. Devono fare punti, per via della penalizzazione. Nel corso della stagione uno come Gabbiadini troverà sicuramente spazio, non penso che lo manderanno in Serie B».

 

Sforzini come ha preso il cambio di allenatore a Grosseto?

«Nando è diventato un giocatore importante per la categoria. Non è solo fisico, fa reparto da solo, ha continuità di rendimento e garantisce
sempre un discreto numero di gol. A prescindere dall’allenatore, se trova continuità di rendimento è un giocatore fondamentale».

 

Cosenza sta trovando poco spazio alla Reggina. Che prospettive ci sono?

«Non ce lo aspettavamo un inizio di stagione così. Non sta trovando utilizzo, e se non dà un contributo non riesce a stare. In accordo con
la società, a gennaio ci guarderemo intorno per trovare la soluzione migliore per tutti. Il ragazzo ha voglia di essere protagonista, come ha sempre fatto negli ultimi anni. Si è sempre rivelato determinante, se non c’è spazio è giusto andare».

 

Quale talento della Lega Pro potrebbe far gola ai club di B?

«Mi piace molto Falco del Pavia, è di proprietà del Lecce. Penso sia già pronto per la categoria. Mi è piaciuto molto Fischnaller, del Sud Tirol. Anche Baraye del Lumezzane, fantasista del ’92, mi sembra un giocatore pronto».

 

Paolo Ficara

Notizie Correlate

Commenta