Brescia, Scienza:”Difendo la mia panchina con tutte le mie forze”

Giuseppe Scienza

 

Parla Giuseppe Scienza. Dopo gli attestati di stima da parte del Presidente Corioni e del DS Iaconi, a parlare ora è proprio l’allenatore del Brescia, che difende il suo operato:”Voglio tenermi stretta questa panchina e lo farò con ogni mezzo a mia disposizione, non sto certo preparando la partita col Sassuolo come se fosse la mia ultima partita con questa squadra. E’ ancora presto per il mio funerale…”.

Il tecnico delle rondinelle ringrazia il Presidente, parla di alcuni dei suoi elementi e carica l’ambiente:”Mi hanno fatto piacere le sue parole, io comunque penso ai problemi della squadra, l’ho sempre fatto. Ho grande fiducia in questa squadra e come ho già detto più volte ci manca un tantinello per svoltare. Cerchiamo di essere più ”cattivi”, contro l’Ascoli non lo siamo stati. Zambelli? Non credo che abbia insultato così tanto l’arbitro da potersi prendere tre giornate di squalifica, non è da lui. E’ l’ennesimo problema che ci capita quest’anno. Leali? Ha fatto un errore, ma non è da imputare alle chichhiere di mercato che lo riguardano, ha 18 anni, un errore ci sta. Vass e Martina Rini? Nell’ultima partita non mi hanno soddisfatto, da loro voglio di più. Con me gioca chi merita, io non guardo in faccia a nessuno, l’ho sempre fatto. Adesso andiamo a vincere a Sassuolo”.

di Marco Orrù

Notizie Correlate

Commenta